Peter Praet (BCE): “Da Italia per ora non si è visto alcun effetto contagio”

26 novembre 2018, di Alessandra Caparello

I rischi contagio da parte dell’Italia sugli altri paesi della zona euro per ora non ci sono. A dirlo Peter Praet, capo economista della Bce.

“Le attuali condizioni di finanziamento dell’Italia sono troppo tirate per un Paese con crescita debole e bassa inflazione. L’Italia ha bisogno di riforme dal lato dell’offerta per migliorare la produttività. La Commissione europea è sempre stata relativamente aperta all’idea di consentire una spesa pubblica più elevata in caso di adozione di tali misure. Ma non abbiamo visto molto di nuovo su questo fronte, si tratta principalmente di maggiori spese. E questo ha portato a premi di rischio molto più alti che, se protratti, avrebbero, a mio avviso, effetti negativi sull’economia”.

Hai dimenticato la password?