PA: niente più cartellino, si timbrerà con le impronte digitali

14 settembre 2018, di Alessandra Caparello

Niente più cartellino da timbrare: per i furbetti della Pubblica Amministrazione si preannunciano tempi duri con il nuovo decreto annunciato dal ministro Giulia Buongiorno che prende il nome di decreto concretezza.

Il ddl si chiama concretezza perché non vuole essere l’ennesima riforma epocale ma vuole permettere alla Pa di cominciare a correre, ed è propedeutico alla trasformazione digitale”

Tra le novità lo sblocco totale del turn over nella Pa, nuove assunzioni in numeri pari all’80% di quelle previste e la rilevazione biometrica delle presenze dei pubblici dipendenti. L’identificazione con le impronte digitali di chi entra in ufficio  – assicura il ministro – “non è punitiva, ma tutela i dipendenti che lavorano, quelli che non sono fannulloni”.

 

Hai dimenticato la password?