Monsanto, trimestrale post fusione con Bayer peggiore del previsto

4 gennaio 2018, di Daniele Chicca

I risultati trimestrali di Monsanto si sono confermati in crescita, ma al di sotto delle stime di Wall Street. Il colosso americano ha riportato profitti netti per un valore di 169 milioni, o 38 centesimi per azione, rispetto ai 29 milioni di dollari, o 7 centesimi per azione, dello stesso periodo dell’anno precedente. La multinazionale della chimica ha assistito comunque a un forte balzo degli utili, che ha motivato con la fusione con Bayer.

A sostenere la sua redditività, stando a quanto risulta dal comunicato, è stata anche la crescita delle vendite di semi di soia, salite a 728 milioni di dollari, rispetto ai 600 milioni dell’anno precedente. Il fatturato complessivo è salito a 2,66 miliardi, in lieve rialzo rispetto ai 2,65 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente, ma inferiore ai 2,77 miliardi di dollari stimati dal consensus.

Hai dimenticato la password?