Forex, sterlina ai massimi da giugno 2016 su indiscrezioni Brexit soft

12 gennaio 2018, di Daniele Chicca

Sul Forex, nei confronti del dollaro Usa la sterlina britannica si porta sui massimi dal 22 giugno 2016, prima del referendum sulla Brexit. Ad alimentare gli acquisti sono le indiscrezioni di Bloomberg, che citando una persona a conoscenza della situazione ha fatto sapere che i ministri delle Finanze di Spagna e Paesi Bassi hanno deciso di lavorare insieme per raggiungere un accordo “soft”, che mantenga il Regno Unito il più vicino possibile all’Unione Europea.

Luis de Guindos e l’omologo olandese Wopke Hoekstra si sono visti questa settimana e hanno discusso degli interessi in comune in merito alla Brexit. Entrambi i paesi hanno legami stretti, stringono affari e fanno investimenti importanti con Londra, pertanto sono preoccupati dai dazi doganali e da un’eventuale intesa troppo dura. I governi di Spagna e Paesi Bassi sono preoccupati inoltre per la perdita dei contributi che il Regno Unito versava all’Ue. L’Italia per esempio è chiamata a versare 1,1 miliardi di euro addizionali per contribuire a coprire il buco di bilancio che si verrà a creare con l’addio di Londra.

Hai dimenticato la password?