CONSIP: inquisito per favoreggiamento, ministro Lotti saprà suo destino a breve

12 gennaio 2018, di Daniele Chicca

Accusato di favoreggiamento nel caso CONSIP, il ministro dello Sport Luca Lotti conoscerà il suo destino tra sei mesi. La Procura di Roma ha infatti chiesto altri sei mesi di tempo per deliberare sulla vicenda al giudice dell’indagine preliminare.

Il caso riguarda tutta una serie di vicende: la fuga di notizie sull’inchiesta originaria, che vede coinvolti Lotti, allora sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo Renzi, così come il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette, che passerà le consegne al suo successore la prossima settimana, nonché il generale Emanuele Saltalamacchia, già comandante regionale dell’Arma in Toscana e l’ex consigliere economico di palazzo Chigi Filippo Vannoni.

Sono accusati di violazione di segreto e favoreggiamento, ma il fascicolo CONSIP dei procuratori comprende diversi altri episodi e riguarda presunti reati differenti.

Hai dimenticato la password?