Conflitto di interessi, Trump cede attività a un trust gestito dai figli

11 gennaio 2017, di Daniele Chicca

Il neo eletto presidente degli Stati Uniti ha intrapreso delle misure per risolvere la questione del possibile conflitto di interessi. Tramite la sua portavoce Donald Trump ha detto che cederà tutte le sue attività (ossia gli asset della Trump Organization) a un trust che sarà istituito entro il 20 gennaio e sarà gestito dai figli. La Trump Organization, inoltre, non stringerà alcun accordo con partner stranieri durante la presidenza del magnate immobiliare.

Le transazioni future delle società di Trump dovranno essere approvate da un consulente etico che sarà scelto dallo stesso Trump nei prossimi giorni. Nella prima conferenza stampa da luglio Trump ha fatto sapere che donerà al governo Usa tutti i profitti che i suoi hotel otterranno grazie ai pagamenti dei governi stranieri. Si tratta di misure volontarie prese da Trump per potergli permettere di concentrarsi sulla gestione del paese.

Hai dimenticato la password?