Brexit: sterlina ipervenduta, affossata da parole di May sul mercato comune

9 gennaio 2017, di Daniele Chicca

In un’intervista a Sky News, la premier britannica Theresa May ha chiarito che quando Londra dirà addio dall’Ue la sua priorità sarà quella di mantenere il controllo delle politiche migratorie e non quella di favorire l’accesso al mercato unico europeo. I negoziati sulla Brexit saranno tenuti pensando a fare l’interesse delle aziende britanniche, ha aggiunto la leader conservatrice.

Sui mercati la sterlina accusa il colpo e scivola in area 1,22 dollari. Sono livelli minimi che non vengono testati da fine ottobre. Per alcuni esperti ci stiamo avvicinando a livelli di ipervenduto per altri come quelli di Goldman Sachs la vaaluta britannica scenderà sul prezzo di 1,14 dollari entro fine anno.

Secondo gli analisti finché non ci sarà maggiore chiarezza politica gli investitori continueranno a ignorare i fondamentali. La sterlina non è ancora la divisa più shortata, ma se scivola sotto la soglia di 1,20 dollari potrebbe improvvisamente diventare una ghiotta opportunità di acquisto. Secondo Geoffrey Yu di Axa IM la sterlina ha un valore a lungo termine più alto di euro o peso messicano.

Hai dimenticato la password?