Brexit, banche operative nel Regno Unito potrebbero fare causa all’Ue

19 dicembre 2016, di Daniele Chicca

Le banche che sono operative nel Regno Unito potrebbero fare causa contro l’Unione Europea se quest’ultima non garantirà alle società di conservare i diritti sui passaporti per chi lavora nel mercato unico, anche nell’ambito del processo che porterà Londra ad abbandonare il blocco a 28. Il consiglio legale viene dagli studi che cercano di trovare un modo per aiutare le banche a mantenere i diritti sui passaporti per i dipendenti del mercato unico, che consentono ai gruppi di operare in tutta l’Ue dalla sede di Londra.

Nel documento si dice che alcune vecchie norme giuridiche di diritto internazionale, come la Convenzione di Vienna e la Legge dei Trattati, danno alle banche una serie di “diritti acquisiti” in un trattato che non può essere cancellato da un giorno all’altro. Le banche attive nel suolo britannico potrebbero iniziare a traslocare fuori da Londra già a inizio 2017, secondo un allarme lanciato un paio di mesi fa dalla British Bankers’ Association (Bba). Secondo il presidente Browne le banche più piccole potrebbero già iniziare a farlo in questi giorni precedenti alle feste di Natale.

Hai dimenticato la password?