Blair torna in campo: “Stop alla Brexit”

17 febbraio 2017, di Mariangela Tessa

L’ex premier laburista britannico Tony Blair torna nell’arena politica inglese con una missione ben precisa: convincere i britannici a “sollevarsi” e cambiare idea sulla fuoriuscita dalla Ue.

In un discorso atteso per oggi, in un convegno organizzato dal gruppo filo-europeo Open Britain, Blair, secondo quanto anticipa la Bbc, farà riferimento al fatto che i britannici hanno votato al referendum “senza un’autentica conoscenza dei veri termini della Brexit”.

Nel suo mirino la politica del governo conservatore e lo stesso calendario scelto dalla premier May per l’addio all’Europa.

“Chi parla di ritiro dall’Europa – dirà Blair – vuole sempre una Hard Brexit… o meglio una Brexit a tutti i costi. La nostra sfida sarà far capire alla gente qual’è il costo dell’uscita, mostrare come la decisione di votare per la Brexit sia stata basata su una conoscenza imperfetta dei termini della questione, mostrare in modo semplice da capire cosa accadrà adesso, evidenziare come quanto accadrà causerà seri problemi al paese e alla cittadinanza e trovare il consenso per individuare un modo di sottrarsi a questa folle corsa verso l’abisso”.

Hai dimenticato la password?