Bce dimezza mole piano di acquisti Bond, esteso nove mesi: euro giù

26 ottobre 2017, di Daniele Chicca

È ufficialmente la fine di un’era, ma Mario Draghi non sorprende i mercati. Nell’annunciare un mantenimento dello status quo dei tassi di interesse allo 0-0,25%, come previsto, la Bce ha avviato il piano di riduzione della mole di acquisti previsti dal piano di Quantitative Easing. La durata del programma ultra accomodante straordinario verrà estesa fino a settembre 2018 con la possibilità di prolungare anche oltre il piano, mentre dall’anno prossimo verranno acquistati 30 miliardi di euro al mese di Bond anziché 60 miliardi al mese.

Si tratta di una variazione esattamente in linea con le previsioni. I future sugli indici sono poco variati. I Bond ritrovano una certa stabilità dopo il selloff della prima parte della settimana. I rendimenti dei Bund a 10 anni sono in calo allo 0,44% dallo 0,47%. Sul Forex l’euro si indebolisce dello 0,24%: prima dell’annuncio di Draghi il tasso di cambio con il biglietto verde era piatto a 1,1814 dollari.

Hai dimenticato la password?