NEW YORK, MATRICOLA DI BORSA CRESCE DEL 458%

29 ottobre 1999, di Redazione Wall Street Italia

E’ uno dei maggiori rialzi della storia di Wall Street, quello messo a segno nell’ambito dell’Ipo (initial public offering) di Akamai Technologies, un’azienda di Cambridge, in Massachussetts (vedi AKAM, quotazioni interattive) operante nel settore internet. L’azienda ha offerto oggi al Nasdaq 8 milioni di azioni a un prezzo di 26 dollari (fino a pochi giorni fa il range era fissato in 16/18). Dopo pochi minuti di scambi, il balzo e’ stato stupefacente: +470%. Poi si e’ verificato un minimo raffreddamento. E in chiusura il titolo si e’ fermato su 145 e 3/16, un prezo che ha permesso ai fortunati possessori di guadagnare in poche ore il 458%.

L’azienda produce un software che aiuta i siti web a migliorare velocita’ di accesso e l’affidabilita’, proteggendoli da eventuali crash,
soprattutto quando si tratti di clienti ad alto volume di traffico. La Akamai e’ arrivata a Wall Street offrendo 8 milioni di azioni che dovevano essere quotate in un range tra 16 e 18 dollari l’una, con un valore di mercato stimato (a questi prezzi) a 1,5 miliardi di dollari. Invece, visto il boom di borsa degli ultimi due giorni, e’ stato deciso di innalzare il prezzo, aumentando cosi’ il denaro raccolto sl mercato. Ha guidato il collocamento la Morgan Stanley Dean Witter. Tra i venture capitalists che hanno puntato sulla Akamai – che oggi festeggiano – Battery Ventures, Baker Communications Fund, e Polaris Venture Management.

”Il mercato degli Ipo e’ abbastanza difficile in questo momento, a meno che non si tratti di un’azienda di alto livello – dice un analista specializzato – ma era chiaro che il collocamento della Akamai sarebbe arrivato a livelli stellari”. Infatti la societa’ vende un prodotto e un servizio richiesto oggi da tutti: un piu’ veloce accesso al web”.

(VEDI INDICE ARTICOLI EYE-POPPING! SYCAMORE…)

Hai dimenticato la password?