NEW YORK: BORSA CHIUDE BENE MA SOTTO AI MASSIMI

17 dicembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Il mercato si e’ infiacchito proprio nell’ultima ora, e’ aumentata la volatilita’, soprattutto per la scadenza simultanea di tre tipi di contratti futures e options (”triple witching”, cioe’ ”le tre streghe”), un evento piuttosto raro. Alla fine hanno resistito due record: il Nasdaq ha superato il 54esimo primato dell’anno (il rialzo e’ del 71% da gennaio); e al New York Stock Exchange e’ stata la seduta in assoluto con il piu’ alto numero di scambi.

Ad appena due ore dalla chiusura erano stati superati tutti i nuovi record storici per gli indici di Wall Street. Il Dow Jones (e questa e’ una notizia) il Nasdaq (ci siamo abituati), ma anche lo Standard & Poor’s 500 (in realta’ a 2 punti dal livello top), avevano toccato i massimi assoluti. Il Dow ha battuto perfino il record ”intraday”, cioe’ nel corso della seduta, a quota 11.365. Poi invece si e’ assistito a un ridimensionamento dei prezzi e nemmeno il vecchio primato di 11.323 e’ stato infranto, al suono della campanella.

(VEDERE CHIUSURE E VARIAZIONI PERCENTUALI DI DOW JONES, S&P 500 E NASDAQ IN PRIMA PAGINA).

Il flusso di annunci aziendali con buoni risultati trimestrali, piu’ un’altra ondata di notizie di merger e fusioni sul fonte farmaceutico, piu’ lo split della General Electric, piu’ la continua crescita di Microsoft, hanno fatto da propellente al rialzo dei prezzi alla borsa di New York. Il vecchio record del Dow Jones, superato ad un certo punto a quota 11.326 (risale a 5 agosto scorso) rimane pero alla fine imbattuto.

Sia il Dow Jones che il Nasdaq sono saliti a razzo subito, nella prima parte della seduta, con il Nasdaq addirittura in rialzo del 2% a un soffio da quota 3.800 e le blue chips tecnologiche alla guida del gruppo di testa.

Era chiaro pero’ fin dall’inizio che piu’ forte sarebbe stato il rialzo e piu’ sarebbe cresciuta la volatilita’ nella fase finale della seduta. Oggi infatti e’ stata giornata di ”triple witching”, (letteralmente le ”tre streghe”) con la simultanea scadenza dei contratti options, stock options e futures. Infatti e’ accaduto proprio cosi': i prezzi si sono sgonfiati, il 70% dell’incremento, per tutti gli indici, e’ sfumato.

Sul fronte obbligazionario, in una situazione di oversold (eccesso di vendite) dovuta al forte calo dei prezzi del T-Bond a 30 anni di ieri, i trader di bond hanno tirato all’inizio un sospiro di sollievo, e il prezzo ha chiuso alla fine in leggero miglioramento, nonostante il dato sulla costruzione di nuove case per novembre sia stato piu’ debole del previsto. Il rendimento sul 30 anni e’ sceso al 6,38% (dopo aver toccato pero’ ad un certo punto il 6,40%), rispetto al 6,39 di ieri. Prezzo: 96,69.

In borsa i titoli tecnologici hanno guidato il mercato al rialzo. Microsoft (MSFT) e’ in testa alla lista dei titoli piu’ trattati (vedere lista qui sotto). Il gigante del software sta mettendo a segno performance davvero notevoli, ed e’ salito del 25% nelle ultime 7 sessioni di borsa. Oggi gli ordini di acquisto si sono scatenati dopo la notizia che le due societa’ del settore cable Tv in Gran Bretagna Flextech (FLXT) e Telewest (TWT) sono quasi vicini alla merger delle loro attivita’. Microsoft deterra’ il 23,6% del nuovo gruppo e vuole salire al 30%.

Le altre blue chips del settore high-tech Dell Computer (DELL), Intel (INTC) e Cisco (CSCO) hanno chiuso tutte in crescita con volumi di scambi alti.

Il Dow Jones ha toccato i massimi – anche se poi e’ ripeigato – non solo per le perfomance di Microsoft e Intel, ma anche per il forte rialzo di General Electric (GE) in crescita al record assoluto sopra quota 153 e 1/4 (+5 e 5/8), dopo aver annunciato uno split dell’azione di 3 a 1.
Ma ecco la lista delle 10 azioni piu’ trattate al New York Stock Exchange (dati alla chiusura), con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare grafici e price/earnings per ogni titolo su QUOTAZIONI INTERATTIVE):

(AZA) ALZA Corporation 26,299,300 32.438 +4.688 +16.89%;

(ABT) Abbott Laboratories 23,115,500 37.375 -2.125 -5.38%;

(AOL) America Online, Inc. 23,008,900 85.125 -1.000 -1.16%;

(GE) General Electric Company 21,178,800 151.500 +3.875 +2.62%;

(LU) Lucent Technologies Inc. 20,705,100 80.750 +2.063 +2.62%;

(TAN) Tandy Corporation 20,367,400 53.000 -13.000 -19.70%;

(CD) Cendant Corporation 19,169,300 24.563 +1.563 +6.79%;

(PFE) Pfizer Inc 17,954,500 34.000 0.00%;

(MO) Philip Morris Companies Inc. 17,785,200 22.750 -0.563 -2.41%;

(CPQ) Compaq Computer Corporation 15,537,600 25.000 -0.750 -2.91%.

Ed ecco la lista delle 10 azioni piu’ trattate al Nasdaq (dati alla chiusura), con i rispettivi volumi, prezzi e variazioni percentuali (verificare price/earnings e grafici per ogni titolo su QUOTAZIONI INTERATTIVE):

(MSFT) Microsoft Corporation 51,884,200 115.250 +1.563 +1.37%;

(DELL) Dell Computer Corporation 42,820,600 45.563 +0.625 +1.39%;

(INTC) Intel Corporation 34,241,400 82.063 +1.813 +2.26%;

(CSCO) Cisco Systems, Inc. 28,067,000 99.688 +1.813 +1.85%;

(WCOM) MCI WorldCom, Inc. 21,633,900 80.063 +2.563 +3.31%;

(ORCL) Oracle Corporation 20,189,500 90.688 +1.125 +1.26%;

(SUNW) Sun Microsystems, Inc. 16,749,900 75.125 +0.188 +0.25%;

(PMTC) Parametric Technology Corporation 14,517,300 30.500 -2.375 -7.22%;

(VRTY) Verity, Inc. 13,040,500 33.375 +6.750 +25.35%;

(GBLX) Global Crossing Ltd. 11,915,900 52.750 +0.188 +0.36%.

Hai dimenticato la password?