Nessun bollo e costo zero: arriva conto corrente per fasce deboli

13 marzo 2017, di Mariangela Tessa

In arrivo in Italia il conto corrente base per fare poche semplici operazioni, come ricevere un bonifico. Dovranno averlo tutti gli istituti e prevedere anche l’uso del bancomat. La novità – in parte già anticipata da una Convenzione sottoscritta qualche anno fa da Ministero dell’Economia, Bankitalia, Abi e Poste – arriva definitivamente con il varo di un decreto da parte del Cdm che recepisce le regole fissate da una direttiva Ue.

Secondo quanto stabilito, il conto avrà un canone “ragionevole” e per alcune fasce di consumatori, considerate socialmente svantaggiate, come per esempio i pensionati sotto i 18.000 euro di reddito e coloro che hanno un Isee di 8.000 euro, il nuovo conto sarà gratuito e lo Stato rinuncerà ai bolli.

Vengono in questo modo superate le polemiche per l’arrivo del tetto all’uso del contante, che costringeva ad aprire un conto corrente anche per ritirare la pensione. Questo nuovo conto non potrà essere utilizzato per operazioni di gestione del risparmio ma è uno strumento per operazioni semplici quali, ad esempio, ricevere un bonifico o effettuare pagamenti.

Con la normativa arriva il diritto a tutti coloro che ”soggiornano legalmente nell’Ue” – quindi anche gli immigrati con regolare permesso di soggiorno – di richiedere l’apertura di questo conto con caratteristiche di base, “senza discriminazioni – spiega Palazzo Chigi nel comunicato diffuso al termine del Cdm – fondate sulla nazionalità o sul luogo di residenza”.

 

 

Hai dimenticato la password?