Musk: intelligenza artificiale va regolata, rischio per la nostra esistenza

17 luglio 2017, di Alessandra Caparello

L’intelligenza artificiale è un rischio concreto per l’esistenza della civiltà umana. A dirlo il ceo di Tesla Elon Musk nel corso di un incontro dell’associazione nazionale dei governatori americani tenutosi a Rhode Island.

Il numero uno di Tesla ha parlato soprattutto di energia solare, viaggi spaziali, autovetture e altre tecnologie emergenti. Musk ha ribadito la necessità di proteggere l’umanità dall‘intelligenza artificiale che prenderà il sopravvento sull’uomo e ha espresso tutti i suoi timori in merito ad eventuali attacchi hacker per le auto con guida autonoma. Da qui la necessità di trovare una via d’uscita dice Musk, ossia un comando che permetta di disattivare qualsiasi sistema automatizzato, ridando al guidatore il pieno controllo sul mezzo, un pulsante che spegna il robot in pratica,

“Una volta che la gente abbia acquisito consapevolezza sul rischio che porta con sé l’intelligenza artificiale, avrà paura”.

Ma soprattutto Musk ha incontrato i vari governatori e nei suoi colloqui privati ha ribadito la sua priorità: una regolamentazione che permetta di vendere in maniera diretta le sue auto ai propri clienti, senza concessionari in pratica.

Tra i vari governatori che ha incontrato anche quello della Louisiana che recentemente ha firmato una legge che secondo Musk blocca la vendita di auto in quello Stato. Da qui l’appello di Edward al ceo di Tesla a sedersi per un incontro e raggiungere un compromesso. Anche il governatore del Connecticut Dannel Malloy si è incontrato privatamente con Musk ma oggetto del colloquio è top secret.

Hai dimenticato la password?