Meta ideale per gli investimenti: India meglio della Cina

26 novembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – India ha sorpassato la Cina nella lista dei Paesi più attraenti per gli investitori.

Lo stabiliscono i calcoli di Ernst & Young, il cui report cita due fattori su tutti: la svalutazione della rupia e l’apertura ai player stranieri di nuovi settori.

Dopo New Delhi la meta preferita delle aziende, stando allo studio semestrale Capital Confidence Barometer, è il Brasile. Terza la Cina, quarto il Canada, seguito dai vicini Stati Uniti.

Il sondaggio, giunto alla sua nona edizione, è stato effettuato su un campione di 1.600 manager di primo piano di 70 Paesi diversi. In maggio la Cina era al primo posto, l’India al secondo e il Brasile chiudeva il podio.

“L’outlook per gli investimenti in India rimane positivo, malgardo le sfide che l’economia del Paese ha dovuto affrontare nel passato non troppo lontano”, ha dichiarato Amit Khandelwal, consulente della divisione Transaction Advisory Services presso EY.

Hai dimenticato la password?