Libretti al portatore: ultima chiamata, vanno estinti entro fine anno

27 dicembre 2018, di Alessandra Caparello

Il 31 dicembre è l’ultimo giorno utile per estinguere i libretti al portatore ancora esistenti. Lo ricorda l’Abi per cui a fine di questo anno scade infatti il termine previsto dalla normativa antiriciclaggio per la loro estinzione. Restando dunque solo pochi giorni “a disposizione di tutti coloro che hanno questo tipo di libretti e devono effettuarne l’estinzione nei termini previsti dalla legge”.

La norma, introdotta nel 2007 e poi aggiornata lo scorso anno, ha previsto già dal 4 luglio scorso l’obbligo per banche e Poste Italiane di emettere esclusivamente libretti di deposito nominativi e dalla stessa data i libretti bancari o postali al portatore non possono più essere trasferiti da un portatore ad un altro. Così chi  ha un libretto al portatore deve recarsi presso la propria banca prima del 31 dicembre e richiederne la regolare estinzione in modo da non incorrere nelle sanzioni previste dalla normativa in vigore. Per chi dovesse arrivare in ritardo è previsto comunque il versamento delle somme, ma la banca sarà obbligata a inoltrare una comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze che potrà applicare una multa da 250 a 500 euro.

E’ possibile anche chiedere la conversione del libretto al portatore in un libretto di risparmio nominativo oppure trasferire il saldo del libretto su un conto corrente o su un altro strumento di risparmio nominativo. O ancora chiedere la liquidazione in contanti del saldo del libretto.

Hai dimenticato la password?