Lega vuole estendere sanatoria anche a Imu e Tasi

9 novembre 2018, di Mariangela Tessa

Estendere la sanatoria del decreto fiscale anche alle entrate comunali, dall’Imu alla Tasi, all’imposta sulle insegne.E’ questa la proposta contenuta in un emendamento della Lega, a prima firma di Enrico Montani, che introduce un articolo al provvedimento che definisce le agevolazioni delle entrate degli enti locali.

“Con riferimento alle entrate, anche tributarie, dei comuni, non riscosse a seguito di provvedimenti di ingiunzione fiscale, notificati, negli anni dal 2000 al 2017, dagli enti stessi e dai concessionari della riscossione, i medesimi enti locali – si legge – possono stabilire, entro il termine fissato per la deliberazione del bilancio annuale di previsione, l’esclusione delle sanzioni”.

Secondo le indiscrezioni stampa, la Lega propone anche una tassa sui money transfer, che colpirà tutti i trasferimenti di denaro verso Paesi extra Ue. Si tratterebbe di una imposta dell’1,5% da applicare a tutte le operazioni dai 10 euro in su, escluse le transazioni commerciali.

Infine ci sarebbe anche una stretta sugli automobilisti sorpresi più di una volta a viaggiare senza assicurazione. Per questi ultimi è previsto raddoppio della multa (compresa tra 848 e 3.393 euro).

Nei casi di reiterazione viene proposta anche “la sanzione amministrativa accessoria del fermo amministrativo del veicolo per quarantacinque giorni” e “la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente per sessanta giorni”.

Hai dimenticato la password?