Si naviga ancora a vista – l’editoriale del numero di marzo

13 marzo 2018, di Massimiliano Volpe

Il senso di disorientamento degli italiani continua ad aumentare. L’esito delle elezioni ne è la conferma, con l’altissima quota di astenuti dopo una campagna elettorale tra le più deludenti che si ricordino. È mancato totalmente qualcuno in grado di indicare la rotta per l’Italia del futuro. Anche tra i risparmiatori questa sensazione è palpabile vista la montagna di liquidità ancora parcheggiata sui conti correnti mentre tra i consulenti finanziari aumenta l’incertezza sul futuro della professione dopo l’introduzione delle nuove normative tra cui spicca la direttiva Mifid2, come è emerso anche nel corso di Consulentia l’evento di Anasf svoltosi a Roma.

Quello che manca in generale è la fiducia. Difficile in questo momento capire chi o cosa possa rimetterla in circolo proprio in un momento in cui sui mercati finanziari è ritornata la scure della volatilità che ha tagliato i rendimenti accumulati nei mesi scorsi sia sui mercati azionari che su quelli obbligazionari.

Per quanto ci compete, quello che abbiamo scelto di fare nelle prossime pagine è di portare una serie di consigli pratici su come affrontare alcuni aspetti legati al mondo degli investimenti. Prima di tutto come fronteggiare lo spettro dell’inflazione, evidente soprattutto negli Stati Uniti, dove si è aperto anche lo scontro sulle prossime mosse di politica monetaria tra la presidenza Trump e il nuovo numero uno della Fed Jerome Powell. Da un lato la Casa Bianca preferisce continuare con gli stimoli all’economia mentre, all’opposto, gli economisti preferiscono tenere a bada l’inflazione. Anche per il mercato immobiliare abbiamo fornito delle indicazioni molto pratiche su come collegare la quota di immobili posseduti al proprio ciclo di vita. Il rapporto è inverso, mano a mano che cresce l’età del risparmiatore deve diminuire la quota di immobiliare all’interno del patrimonio complessivo visto che le imposte di successione non sono un problema da trascurare.

Non possiamo dimenticare che tra gli strumenti a disposizione degli investitori e dei loro consulenti finanziari ci sono le polizze vita che consentono di beneficiare di alcuni vantaggi fiscali e civilistici anche alla luce delle pronunce giurisprudenziali più recenti. Insomma, gli spunti su cui concentrarsi nei prossimi mesi non mancano in attesa di qualcuno che possa riportare un briciolo di fiducia e si smetta di navigare a vista.

Se vuoi saperne di più vai su http://www.wallstreetitalia.com/edicola/

 

 

Hai dimenticato la password?