La prima volta di Powell: Fed verso aumento costo del denaro

19 marzo 2018, di Mariangela Tessa

Fari puntati questa settimana sulla Fed che questa settimana alzerà i tassi di interesse nella prima riunione sotto la guida di Jerome Powell. Quello di mercoledì sarà uno degli eventi più importanti dell’anno. In questa occasione, secondo il consensus, la Banca Centrale Americana ritoccherà il costo del denaro  dall’attuale 1,50% all’1,75%.

L’attenzione degli investitori sarà soprattutto sulla valutazione dell’economia della Fed per cercare di capire se la banca centrale potrebbe alzare quest’anno i tassi quattro volte invece delle tre previste.

Un recente sondaggio del Wall Street Journal ha alzato il velo sulle previsioni degli esperti in merito al futuro cammino della politica monetaria USA. In media gli intervistati hanno detto di aspettarsi tassi di interesse su quota 2,25% entro la fine dell’anno, oltre che un’inflazione al 2,1% nel quarto trimestre.

Per Powell la prima riunione da presidente sarà dedicata a cercare un equilibrio fra un’inflazione bassa sotto l’obiettivo del 2% e i falchi della Fed che spingono a guardare più al rischio di un surriscaldamento dell’economia che ai prezzi. In dicembre la Fed aveva stimato una crescita del 2,5% nel 2018 e del 2,1% nel 2019, ma le previsioni non includevano la riforma delle tasse da 1.500 miliardi di dollari varata dall’amministrazione Trump.

Hai dimenticato la password?