LA LECCISO
CONTA PIU’ DI FAZIO

27 dicembre 2005, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Nel 2005 hanno trionfato gli eroi del catto-infotainement, i protagonisti politici e
non dell’Iraq, mentre i calciatori sono finiti
a fondo classifica. In una ricerca di mercato
commissionata da SkyTg24, diretto da Emilio
Carelli, a Renato Mannheimer è stata stilata,
sulla base di un buon campione rappresentativo
dell’Italia – 3.674 unità tra gli utenti
Sky – la classifica dei personaggi dell’anno.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link style=”color:blue”>INSIDER

Al primo posto Papa Giovanni Paolo II, seguito
dal suo successore, Benedetto XVI,
tallonati da Carlo Azeglio Ciampi. Al quarto
posto Valentino Rossi, seguito da Nicola
Calipari, mentre Giuliana Sgrena è al 14esimo
posto. Dietro Calipari c’è Adriano Celentano,
autore dell’operazione “Rai freedom”
con il suo Rockpolitik (infotainement
all’ennesima potenza). Silvio Berlusconi è al
settimo, seguito dall’amico George (Bush),
l’amico Ariel (Sharon) e il successore dell’amico
José Maria (Aznar). Cioè José Luis
Zapatero. Prevalgono i willing, insomma.

All’undicesimo posto Romano Prodi, seguito
da Angela Merkel e da Paolo Bonolis, al
numero 13. Seguono Giuliana Sgrena e
Ambrogio Fogar. Al sedicesimo posto c’è
Loredana Lecciso, mentre solo al diciassettesimo
Antonio Fazio (il cui “caso” è la
notizia principe dell’economia italiana).
Gli ultimi tre sono Francesco Totti, il cui
matrimoni è stato l’unico successo del
2005, Diego Armando Maradona, autore
di una lucrosissima esibizione danzereccia
in tv, e Ronaldinho, Pallone d’Oro 2005 (si
sa che il calcio parlato va sempre più forte
di quello giocato).

Per quanto riguarda le notizie italiane
ed estere che più hanno colpito gli italiani
non mancano gli spunti mediaticamente
virali. Tra la
morte di Wojtyla e la fumata
bianca per Ratzinger, prima
e seconda notizia più
importante, c’è infatti l’aviaria,
mentre la devastazione
di Katrina, l’uragano che ha
colpito New Orleans, ha colpito
più dei 50 morti al giorno
in Iraq per attentati.
Inoltre, il primo trapianto di
faccia eseguito in Francia precede, per importanza
percepita, il ritiro degli Israeliani
dalla Striscia di Gaza, capolavoro di Sharon.

Seguono la vittoria del centrosinistra alle
elezioni amministrative, gli attentati alla
metropolitana di Londra, la Nestlé che ritira
alcuni prodotti. Le notizie più belle del
2005, sempre secondo il sondaggio, sono Papa
Ratzinger, la liberazione della Sgrena, il
settimo mondiale di Valentino Rossi, il
28esimo scudetto della Juventus, le lauree
honoris causa per Rossi Valentino e Vasco, il
trapianto di faccia in Francia, il boom di
Rockpolitik, la vittoria del
centro-sinistra e il ritiro da
Gaza. Le più brutte, dopo
la morte di Wojtyla, Katrina,
i morti in Iraq, l’aviaria,
gli attentati in Iraq, la morte
in diretta tv dell’allenatore
Scoglio, la morte di
Calipari, l’atomica in Iran,
il caro-petrolio e l’attentato
a Sharm el Sheik.

Il caro-petrolio, cioè il
tetto dei 70 euro al barile
sfondato, è la notizia più
importante del settore economia
ed esteri. Chiuso, al
decimo posto, dai matrimoni
gay in Spagna: in mezzo,
il ritiro israeliano da Gaza,
le elezioni democratiche in
Iraq, la Merkel prima cancelliere
donna della storia
tedesca, il boom dell’economia
cinese che segna un
+9% annuo, l’inizio del processo
a Saddam Hussein, il
secondo mandato di George
W. Bush, la morte di Ranieri
di Monaco.

Per le news di politica
italiana, la notizia più importante
è la marcia di giovani
di Locri contro la
’ndrangheta dopo l’omicidio
Fortugno, seguita dalla vittoria
del centrosinistra e il
fallito referendum sulla fecondazione
assistita. Prima
di arrivare alle dimissioni di
Follini, decimo posto, c’è la
sanatoria sui punti patente
persi in caso di mancata immediata
contestazione all’automobilista,
la legge proporzionale,
la devolution, la
longevità del Berlusconi bis,
le primarie del centro-sinistra
e Tremonti reloaded.

Per la cronaca italiana,
l’inizio del processo per il
delitto di Cogne è al terzultimo
posto, davanti all’overdose
di Lapo e il ritrovamento
del corpo di Ghira in
Spagna, dopo la morte di
Calipari a Baghdad ucciso
dagli Usa mentre scortava la
Sgrena, e l’entrata in vigore
della legge anti-fumo, prima
e seconda notizia più importante.
Seguono la morte di
Fortugno, l’Atr low cost precipitato
in mare davanti a
Palermo, le proteste no-tav
in Piemonte, la liberazione
della Sgrena e l’assalto di
zecche sui treni.

Copyright © Il Riformista per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

Hai dimenticato la password?