La Borsa non regala nulla agli stupidi

30 gennaio 2017, di Marco Magnani

La Borsa non regala nulla agli stupidi  …

Oggi cercherò di essere chiaro per stoppare definitivamente richieste che mi arrivano via e-mail, una per tutte  la seguente,  di cui  lascio per correttezza anonime anche le iniziali dell’Utente:

“Buongiorno se acquisto il vostro corso “Le medie mobili cicliche” mi garantite che dal giorno dopo  guadagnerò costantemente in Borsa?”

Preciso che il corso di cui parliamo dura 3 ore e costa 50 euro + iva, a questo Utente ho consigliato di lasciare stare la borsa per il semplice motivo che non ha cognizione e le persone che non hanno cognizione lasciano immancabilmente tutti i propri soldi a coloro che in Borsa ci sanno stare, il gioco infatti è a somma zero se uno vince uno “deve” perdere.

Ma vorrei spiegare qual è l’unico modo per affrontare il mondo della Borsa e come fare per arrivare a poterci prima sopravvivere e poi vivere,  “altre strade non ne esistono”, pertanto se non siete pronti a questo percorso lasciate stare, cambiate mestiere non buttate via i vostri soldi.

Innanzi tutto voglio evidenziare come il mestiere del Trader “deve” essere paragonato a quello di uno specialista , ad esempio un medico chirurgo, il percorso di quest’ultimo prima di avere accesso ad una sala operatoria è il seguente:

  • Stuti universitari
  • Specializzazione in chirurgia
  • Anni di affiancamento ad un affermato primario; dopo lo studio bisogna apprendere la sopportazione alla pratica, un conto è studiare di aprire un cuore ed  esercitarci su un cadavere , un conto è effettuare un intervento ad  una persona viva in una sala operatoria di un’ospedale.
  • Solo dopo questa lunga gavetta (che ovviamente fà da selezione naturale, ne arrivavo dieci su cento di studenti in chirurgia ad effettuare veri interventi al cuore) , il medico diventa primario ed esegue regolarmente interventi quotidiani corretti.

Tutti questi passaggi costano “tempo e denaro”, infatti oltre agli anni di studi ed impegno ci sono tutti i costi da sopportare,  veramente ingenti quali : vivere in città universitarie, pagare i libri, le iscrizioni alle università ed alle specializzazioni , ecc…   parliamo di decini e decine di migliaia di euro investiti nel proprio futuro.

Ora i più svegli avranno già fatto la debita relazione tra i quattro punti sopra riferiti al medico chirurgo e gli stessi riferiti ad un Trader, per chi non ci arriva lo farò io.

Per arrivare ad essere un Tarder vincente, si deve:

  • Effettuare anni di studi, studi che non insegnano alle università , si possono solo apprendere facendo corsi da chi opera già nel settore. La cosa è ancora più difficile rispetto agli studi normali, in quanto non essendoci un’ università  ed un programma di riferimento, bisogna essere capaci ad aprendere attraverso l’analisi del lavoro degli altri, valutando e cercando di capire i punti di forza e di debolezza delle varie teorie e metodi.
  • Fare studi di economia, se possibile, anche master in economia, ciò è indispensabile per comprendere le logiche dei mercati finaziari e poter fare nel migliore dei modi la discriminazione del punto 1) quando si passa alla parte operativa.
  • Una vota finiti gli studi in economia, le decine di corsi tenuti da vari trader e formatori a cui si partecipa durante gli anni si inzia una operatività che immancabilemente porterà a perdite, dovute: alle tensioni dell’operatività, alla incoretta gestione del capitale,  a fattori emozionali e di vario tipo.

Questa fase è la più difficile è la parte che molti e molti non superano, accettare le perdite è difficilissimo per il nostro modello sociale, modello in cui tutti siamo inseriti e da cui pochi riescono a staccarsi realmente… non ci insegnano a perdere.

Questa fase generalmente costa molti soldi in perdite che vengono recuperate nella fase successiva, ovviamente solo da chi arriverà alla fase successiva.

  • Solo superato tutto questo, lo supera solo il 10% delle persone che  iniziano il percorso, un Trader potrà considerarsi  tale e riuscirà a vivere di questo mestiere, recuperando gli investimenti fatti, comprese le perdite.

Questo è il percorso  non si può evitare, chi non è disposto:  ad investire, a studiare,  impegnarsi ed a perdere inizalmente parte dei propri soldi, faccia d’altro nella vita, lasci stare la Borsa.

Pertanto non chiedetemi più se dopo un corso avrete garanzie , le uniche garanzie che posso dare è che ciò che insegnamo e valido, corretto e molto utile, il resto dipende da voi, il vostro futuro dipende solo da voi.

Passando all’indice Tedesco il mercato pare ben orientato secondo la nostra prevsione ventennale, per convalidare questa previsione a cicli Quinquennali da tre Annuali ciascuno, come spiegato molte volte in report precedenti, dovremo assistere al superamento dei massimi precedenti, sul prossimo ciclo Intermestrale.

Il ciclo Annuale Fusion è ancora in piena tendenza rialzista pertanto la salita dovrebbe proseguire nelle prossime settimane.

Il nostro algoritmo prevede una forte resistenza a livello del massimo precedente, resistenza che verrebbe rotta dopo due test durante una piccola fase di accumulazione.

Amplificando lo zoom sul medio periodo possiamo notare come dovrebbe essere lo sviluppo dei prezzi prima della chiusura del ciclo intermestrale in corso,  che riporterebbe  a target 11.200 circa prima della ripartenza, il tutto dopo aver però toccato gli 11.200/11.400 come massimo dell’ Intermestrale in corso.

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione di Rating Consulting.

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016

Hai dimenticato la password?