L’analisi ciclica sui mercati

13 settembre 2017, di Marco Magnani

Analisi ciclica sui mercati

In conseguenza di una e-mail inoltrata da un abbonato, approfitto per tornare sul discorso “ Analisi Ciclica ”, la domanda era questa:

Buongiorno ,
vi scrivo per un chiarimento e per capire meglio.
Dal mio punto di vista mi sembra che per l’indice FtseMib il DNA biennale sia quello che meglio aderisce al mercato. Quest’ultimo darebbe un massimo attorno a fine settembre e poi discesa fino a marzo .Quello che vi chiedo è quindi perché non sia citato nei report e quindi quale valenza attribuite allo stesso. Grazie” MB

Innanzi tutto mi complimento per la domanda che indubbiamente denota un grado di osservazione e ragionamento ben ponderato (possibile vedere l’immagine del Dna Biennale,  nel grafico sottostante).

Per rispondere a questa domanda devo ricordare che gli investitori su un mercato sono numerosissimi ed ognuno di loro investe in durate differenti, quindi ognuno di loro crea un ciclo di investimento = un ciclo di Borsa.

Chiaro è che più sono grossi gli investitori e più soldi spostano, più quel ciclo diverrà dominante sul mercato, ma di certo non sarà l’unico.

Detto ciò un buon analista che valuta un mercato deve riuscire ad individuare il ciclo maggiormente dominante  nel periodo interessato.

Per quanto mi riguarda sono ancorato da tempo al ciclo Annuale Fusion,  che non è ovviamente viste le premesse l’unico ciclo valido in questo momento per il FTSEMIB.  L’importante è che sia funzionale ai fini operativi, cioè per comperare e vendere.

Bisogna oltremodo tener conto  che ai fini operativi spesso due cicli possono essere altrettanto a livello pratico nel trading e vediamo come con lo stesso  Ftsemib.

Guardate la previsione sul future Ftsemib sviluppata con il ciclo Annuale Fusion e non con il ciclo Biennale visto prima.

Il massimo del ciclo diverge di pochi giorni ed anche il successivo minimo. La vera differenza ai fini pratici la faranno le variazione delle due previsioni,  sia in Dna che l’algoritmo previsionale si aggiornano continuamente ad ogni barra, si riscrivono e possono variare a seconda del reale andamento del mercato,  modificando la previsione futura.

In conseguenza di ciò dei due cicli molto simili, quello più vicino al reale ciclo dominante sarà quello che varierà meno con il passare del tempo e quindi sarà più utile nel Trading, ma è indubbiamente utile anche l’altro ciclo.

Pertanto in definitiva per rispondere a MB, i due cicli a mio avviso sono entrambi validi attualmente in quanto molto simili ed il fatto che io stia utilizzando il ciclo Annuale Fusion è frutto dei miei criteri di discriminazione, ma ciò non vuol dire che non si possa utilizzare il ciclo Biennale con altrettanta soddisfazione.

La previsione di lungo termine sul future BTP sembra allineata ed in sintonia con quella del future FTSEMIB, salita fino fine Settembre , inizio Ottobre.

Ed anche la previsione future Bund , esattamente contraria.

Approfitta dell’offerta promozionale all-inclusive disponibile su ratingconsulting.eu fino alla fine dell’ anno, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione.

Hai dimenticato la password?