JP Morgan: per la prima volta in 10 anni, meglio cash che azioni

4 dicembre 2018, di Mariangela Tessa

La liquidità non è solo un luogo sicuro in cui parcheggiare i risparmi, ma offre ora un rendimento aggiustato per il rischio migliore delle azioni. Ne sono convinti gli analisti di JPMorgan Asset Management, che in una nota odierna riportata da Bloomberg, ha aggiornato la raccomandazione sul contante Usa alzandola a “sovrappesare” per il 2019.

Per la prima volta in un decennio, gli investitori possono ottenere molto di più dal cash che dalle azioni, dicono dalla banca d’affari. Il team ha detto che si sta preparando “per un contesto di rallentamento della crescita degli utili e dei crescenti rischi macroeconomici” che peserà sulle azioni.

Se dovessero aver ragione, ritirare i soldi per metterli in banca potrebbe rivelarsi la chiave del successo il prossimo anno.  Ma non sono solo gli analisti di Jp Morgan a pensarla in questo modo.

Poche settimane fa, Steve Hoffman, uno dei talent scout più fortunati della Silicon Valley, a capo dell’incubatrice, Founders Space, che a suo tempo scoprì Instagram ed altri gioielli hi-tech, ha detto il mercato azionario Usa non presenta al momento niente di interessante. E che pertanto è meglio restare liquidi.

Hai dimenticato la password?