INVESTIRE IN RUSSIA? OLTRE AL PETROLIO C’E’ DI PIU’

15 novembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Il contenuto di questo scritto esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) –
Non solo petrolio o gas. Le opportunità di
investimento in Russia sono molte di più.
Ne è convinta East Capital, società di gestione
svedese che da dieci anni si dedica
esclusivamente all’area dell’Est Europa e
dell’Ex Unione Sovietica. «Guardiamo con
attenzione a quei settori – spiega Peter
Elam Hakansson, presidente e fondatore
della società – in cui è reinvestita la ricchezza
generata dalle attività petrolifere».

Così, accanto comunque a una bella fetta
di risorse dedicate al comparto (34% cui
si aggiunge un 19,4% nelle utility energetiche),
il fondo di diritto lussemburghese
East Capital (Lux) Russian Fund (vedi tabella)
investe nel settore bancario
(16,3%), nei servizi di ingegneria (6,8%),
nei trasporti (5,7%), nei metalli e nell’industria
mineraria (5,7%), nell’immobiliare
(4,8%), nelle telecomunicazioni (3,8%)
e nei beni di consumo (1,2%). L’emergere
di una nuova classe media dà vigore alla
domanda interna che a sua volta contribuisce
allo sviluppo imprenditoriale del Paese.
Il grado di rischio del fondo è però alto.
Ma guardare a opportunità a Est non è
sinonimo solo di Russia. Tanto che il secondo
fondo lussemburghese della società
svedese, l’East Capital Eastern European
Convergence Fund, è interamente dedicato
a quelle aree geografiche che potrebbero
beneficiare del processo di convergenza
nell’Unione Europea. Il comparto
investe principalmente in Turchia
(25,8%), Austria (12,6%), Polonia
(8,5%), Kazakhstan (8,1%), Ungheria
(7,9%), Lituania (6,7%), Repubblica Ceca
(5,9%), Romania (4,6%), Serbia (4,3%),
Ucraina (4,2%), Estonia (3,6%), Croazia
(1,8%) Slovenia (1,6%), Lettonia (1,3%).
Anche in questi Paesi, infatti, il potere
d’acquisto dei consumatori sta registrando
una forte crescita che si riflette su settori
come le telecomunicazioni, l’edilizia
e il turismo.

Copyright © Finanza&Mercati. Riproduzione vietata. All rights reserved

parla di questo articolo nel Forum di WSI

Hai dimenticato la password?