IL NASDAQ NON RIESCE A SUPERARE QUOTA 3.000

1 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

A dare il tono al mercato, come spesso accade, sono stati oggi i titoli tecnologici. Alla borsa di New York alla fine della seduta l’indice Standard & Poor’s 500 ha chiuso in ribasso di 8,81 punti (-0,65%) a 1.354,12. Il Dow Jones ha chiuso con una perdita accumulta proprio nell’ultima mezz’ora di 81,35 punti (-0,76%) a quota 10.648,51. Il Nasdaq invece, dopo essersi portato all’inzio della seduta a soli 6 punti dalla storica quota 3.000, si e’ poi afflosciato, chiudendo alla fine quasi piatto, in rialzo di appena 1,20 punti (+0,04%) a 2.967,63.

Alcuni analisti hanno notato un notevole flusso di vendite momentaneo sul Nasdaq, nel momento in cui a New York e’ giunta la notizia del terremoto a Taiwan. Come e’ noto molte aziende del settore semi-conduttori e chips lavorano nel paese orientale. Il recente terremoto del mese scorso provoco’ diffusi ribassi nei titoli delle aziende coinvolte.

Secondo molti trader pero’ il quadro non e’ negativo. Digerita la sbornia dei rialzi messi a segno la settimana scorsa (il Dow e’ cresciuto di oltre il 7%), alla luce dei forti utili aziendali, della politica non ostile della Federal Reserve in termini di tassi e dell’attenuarsi dei timori legato all’anno 2000, il trend nei prossimi giorni potrebbe essere in salita.

Al di la’ dei principali indici, i settori che vanno meglio in borsa continuano comunque a essere proprio quelli tecnologici e dei computer, con l’internet in testa, mentre sui titoli bancari-finanziari si e’ assistito a una certa pressione di vendite, dopo la forte crescita delle scorse due settimane (le banche hanno messo a segno un rialzo del 22%, i broker del 20% e le compagnie di assicurazione del 21%).

Nel dettaglio, Wit Capital (vedi WITC, quotazioni interattive) e’ salita di 5 e 1/4 a 22 3/4. L’investment bank online ha annunciato di voler rilevare SoundView Technology (per espandere la sua capacita’ di fornire ricerche e analisi) per 320 milioni di dollari. Intel e’ in salita di 1/16 a 77 e 1/2, Microsoft di 15/16 a 93 e 1/2, Home Depot sale di 9/16 a 76 e 5/16, e infine SBC Communications e’ scesa di 1 e 1/16 a 51 e 11/16. Questi sono i titoli aggiunti oggi al Dow Industrials.

Oracle (ORCL) e’ in rialzo di 1 e 15/16 a 49 1/2. Merrill Lynch ha reiterato il ”buy”, fissando il target di prezzo a 60 dollari, rispetto al precedente 55.

BellSouth (BLS) e’ salita di 2 e 3/16 a 47 3/16 dopo un articolo positivo uscito durante il week end sul settimanale Barron’s, secondo cui l’azienda sarebbe un potenziale obbiettivo per un takeover.

BEA Systems (BEAS) e’ in rialzo di 3 a 48 e 5/8 dopo aver segnato un patto con Deutsche Telekom AG (DT) per fornire al gigante tlc europeo un servizio di e-commerceper i prossimi 5 anni.

Citrix Systems (CTXS) e’ in crescita di 1 e 3/8 a 65 e 1/2, in seguito alla notiza che il titolo prendera’ il posto della Mobil (MOB) nell’indice S&P 500.

(TUTTI I PREZZI QUI CITATI NON SONO I FINALI, PER GLI ULTIMI PREZZI CONTROLLARE QUOTAZIOINI INTERATTIVE).

Hai dimenticato la password?