Gundlach: “oro potrebbe salire di mille dollari”

11 aprile 2018, di Daniele Chicca

Secondo Jeff Gundlach, che con la sua società di gestione DoubleLine Capital è responsabile di $100 miliardi di asset, l’oro è correlato in maniera negativa con il dollaro. “L’oro si è portato sopra la sua trendline ribassista”, spiega il “Re dei Bond“, come viene soprannominato a Wall Street.

Ora c’è da attendersi una “rottura sopra la linea di resistenza pluriennale”. Si sta parlando di un evento spartiacque sui mercati, perché potrebbe voler dire per l’oro un guadagno di migliaia di dollari. “Se si rompe il livello di resistenza, ci si può aspettare un rialzo di mille dollari da parte dell’oro“.

Dal punto di vista tecnico è ormai da quattro anni e mezzo che le quotazioni scambiano sotto i 1.325,32 dollari l’oncia (vedi grafico). È una struttura “molto interessante” dal punto di vista tecnico. “È un periodo ideale per comprare oro. In un modo o nell’altro è destinato a violare la barriera al rialzo” e farlo in grande stile.

Sotto il profilo del contesto macro e geopolitico, le incertezze potrebbero dare una mano al bene rifugio per eccellenza. In Siria si fa sempre più probabile un raid da parte delle forze occidentali, mentre Regno Unito e Russia sono ai ferri corti dopo l’avvelenamento dell’ex spia russa Sergei Skripal. Quest’ultimo caso ha spinto la comunità internazionale a imporre nuove sanzioni contro il Cremlino. Senza contare poi che le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti, sebbene si siano allentate negli ultimi tempi, non hanno ancora messo la parola fine a una guerra fredda a colpi di dazi.

Hai dimenticato la password?