0 .8

Il rogito e le formalità post acquisto

Compravendita immobiliare8° Lezione

5 gennaio 2016, di Mariangela Tessa

L’atto conclusivo della trattativa per l’acquisto della casa è rappresentato dal rogito per la cui stesura è obbligatorio rivolgersi a un notaio.

Quest’ultimo, dopo aver verificato la completezza e la correttezza della documentazione (accertamento del corretto accatastamento dell’immobile, eventuale presenza di ipoteche o di altri diritti di terzi, ecc.) provvederà a dare validità legale all’atto di vendita, effettuando la trascrizione dell’atto di vendita alla Conservatoria. È soltanto con la trascrizione che la compravendita della casa può dirsi conclusa.

Formalità burocratiche dopo l’acquisto

Firmato il rogito, ci sono una serie di formalità burocratiche da assolvere:

  • Comunicazione di cessione di fabbricato: è un atto, fornito dal notaio, per cui il venditore, entro 48 ore dalla cessione dell’immobile, deve trasmettere alla Questura o al commissariato competente un modulo in triplice copia per denunciare l’avvenuta consegna dell’immobile.
  • Comunicazione del cambio di proprietà all’amministratore di condominio.
  • Disdetta per tutte le utenze in corso (gas, luce, acqua, telefono)
  • Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani: mentre il venditore dovrà comunicare la cessazione dell’occupazione dell’immobile, l’acquirente dovrà curare la nuova iscrizione presso il Comune, indicando la data alla quale è entrato in possesso dell’appartamento.
  • Denuncia ICI: sempre in Comune, l’acquirente dovrà presentare, tramite gli appositi moduli, la denuncia di variazione ICI, comunicando di essere diventato proprietario dell’immobile a far data dal giorno della firma del rogito.

Hai dimenticato la password?