0 .1

Acquisto casa: stabilito il budget, ecco le prime verifiche da fare

Compravendita immobiliare1° Lezione

12 settembre 2017, di Mariangela Tessa

L’acquisto di una casa è senza dubbio uno degli investimenti più importanti nella vita di una persona: sia che si decida di imbarcarsi nell’avventura da soli sia che si consideri l’ipotesi di farsi affiancare da un’agenzia immobiliare, in entrambi i casi, e’ importante non farsi prendere dalla “fretta” ma procedere con cautela. Il primo passo da fare è stabilire la cifra che si vuole spendere. Nel preventivo di spesa iniziale è importante tener conto non solo del prezzo dell’immobile, ma anche delle spese accessorie (la provvigione dell’Agenzia, i costi fiscali e del Notaio).

Una volta definito il budget di spesa, si può quindi iniziare la ricerca. Un ruolo importante nella fase preliminare dell’esplorazione è giocato dalla zona in cui si decide di comprare casa: la distanza dal posto del lavoro, la vicinanza ai trasporti pubblici, la presenza di servizi commerciali sono tutti fattori che concorrono non solo alla definizione del prezzo dell’immobile ma che vanno considerati in un’ottica futura, in quanto renderanno la vita più o meno comoda al futuro acquirente.

Passando a considerare il valore reale dell’immobile, occorre considerare una serie di fattori: oltre alla zona in cui è ubicato l’appartamento e alla metratura, alcune variabili che incidono sul prezzo della casa sono lo stato di conservazione e la tipologia di edificio. È necessario dunque valutare attentamente ognuna di queste caratteristiche per determinare se il prezzo della casa è ragionevole.

Vediamo in dettaglio quelle principali.

Il palazzo

Nella determinazione del prezzo dell’immobile incidono in particolare:

  • la presenza di ascensore per i piani alti;
  • lo stato della facciata e dell’interno scale dello stabile, oltre che del tetto.
  • l’assenza dell’ascensore incide in maniera significativa sul valore dell’appartamento in rapporto all’altezza del piano;
  • un’altra voce di spesa condominiale non marginale e’ rappresentata dalla presenza o meno della portineria.

Tali verifiche risultano quanto mai opportune in quanto, nell’ipotesi di lavori straordinari, il futuro proprietario potrebbe trovarsi di fronte a spese non preventivate che rischiano di incidere in maniera sostanziale nel budget di spesa.

L’appartamento

Durante le prime visite è consigliabile controllare alcune caratteristiche, quali per esempio:

  • la collocazione rispetto al sole (l’esposizione migliore è quella sud-est);
  • lo stato del pavimento e degli infissi;
  • il tipo di riscaldamento. Se assente, infatti, il prezzo può scendere almeno del 10%. Non meno importante e’ anche prendere atto se l’ impianto e’ autonomo o centralizzato;
  • l’impianto idraulico;
  • conformità dell’impianto elettrico alla normativa vigente;
  • l’assenza di ipoteche o vincoli;
  • in generale gli appartamenti ai piani bassi hanno quotazioni inferiori rispetto a quelli alti, perché sono più rumorosi e ricevono meno luce.

Hai dimenticato la password?