GUERRA DI PAROLE TRA VODAFONE E MANNESMANN

20 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

E’ ormai guerra non solo delle cifre ma anche delle parole tra Vodafone e Mannesmann. Il no del gruppo tedesco della telefonia all’offerta di 240 euro ad azione da parte di Vodafone-Airtouch, ha fatto oggi replicare all’azienda britannica:”abbiamo il 55-60% di possibilità di successo.

A parlare è Chris Gent, l’amministratore delegato, che in un’intervista alla “Frankfurter Allgemeine” aggiunge: in caso di fallimento non rilanceremo una nuova offerta. E ha assicurato che entro la prima metà di dicembre presenterà agli azionisti il documento dell’Opa dando il via ai 60 giorni per l’accettazione della proposta.

Replica a distanza Klaus Esser, AD del gruppo tedesco: “Mannesmann ce la può fare da sola e gli azionisti devono solo attendere che il gruppo sviluppi a pieno le sue potenzialità di crescita.
Aggiungendo in un’intervista a “Der Spiegel” che il business della trasmissione dati sulla telefonia mobile darà una nuova spinta.

E agli azionisti suggerisce di avere pazienza, di non prendere decisioni affrettate sull’offerta Vodafone con un perentorio:” lasciateci un pò di tempo e diventeremo leader in Europa, senza rivali”.

Per l’agenzia di rating Moody’s l’Opa ostile contro Mannesmann è molto incerta.

Hai dimenticato la password?