FUTURES: PETROLIO SOPRA I $61, SOFFRE MICROSOFT

23 febbraio 2007, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse americane, i contratti futures sugli indici Usa si muovo sulla linea di parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un’apertura piatta dell’azionario. La mancanza di dati macroeconomici e di qualche altro catalizzatore stanno contribuendo all’atteggiamento neutro da parte degli investitori.

Nel settore hi-tech, soffre Microsoft ([[MSFT]]) a causa della decisione di un tribunale americano che condanna il colosso del software a pagare $1.5 miliardi per la violazione dei brevetti sugli Mp3 detenuti dal gruppo Alcatel-Lucent ([[ALU]]).

Pressioni in apertura potrebbero pero’ giungere dall’impennata del prezzo del greggio, stabile e in netto rialzo per la settimana sopra i $61 al barile, in seguito alla comunicazione dei dati settimanali sulle scorte, dai quali e’ arrivata conferma di un calo superiore alle attese delle riserve di benzina e prodotti distillati.

I timori di un inasprimento dei rapporti tra Iran ed Occidente, dopo che Teheran ha fallito nuovamente nel rispettare l’ultimatum imposto dalle Nazioni Unite sull’abbandono del programma nucleare, stanno contribuendo al rialzo dei prezzi nel comparto energia. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna aprile segnano un progresso di 10 centesimi a $61.05.

Senza stimoli macro, gli operatori porranno maggiore attenzione alle news dal fronte aziendale. Il rialzo del greggio potrebbe gravare sulle performance di titoli come Caterpillar ([[CAT]]) e Alcoa ([[AA]]), offrendo supporto, d’altro canto, alle azioni delle societa’ energetiche come Exxon Mobil ([[XOM]]) e Chevron ([[CVX]]).

APPENA 299 TITOLI QUOTATI SU BORSA ITALIANA, BEN 5.964 TITOLI QUOTATI SU NASDAQ E NYSE. CHE ASPETTI? E QUI SU WALL STREET ITALIA TROVI LE QUOTAZIONI IN TEMPO REALE E IL BOOK A 15 LIVELLI DI TUTTE LE AZIONI AMERICANE! CLICCA SU TotalView ALL’INTERNO DI INSIDER

Ancora notizie negative dal settore immobiliare. Dopo i deludenti risultati annunciati ieri da Toll Brothers ([[TOL]]), la catena di grandi magazzini specializzata nella vendita di prodotti per la casa Lowe’s ([[LOW]]) ha diffuso numeri trimestrali superiori alle attese ma un deludente outlook, proprio a causa del rallentamento che sta caratterizzando il comparto immobiliare.

Sugli altri mercati, sul valutario l’euro e’ in lieve calo rispetto al dollaro a quota 1.3116. L’oro arretra di $1.60 a $681.40 l’oncia. In rialzo i titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.71%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 0.20 punti (-0.01%) a 1459.00

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ invariato a 1854.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones avanza di 4 punti (0.03%) a 12708.

Hai dimenticato la password?