FUTURES: OPERATORI CAUTI DOPO IL RALLY

27 agosto 2007, di Redazione Wall Street Italia

A circa due ore dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa trattano in leggero ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio negativo per il comparto azionario.

Dopo la brillante performance dello scorso venerdi’, che sta fungendo da traino sulle piazze europee ed ha permesso ai listini asiatici di realizzare forti rialzi nell’ultima seduta, gli operatori a Wall Street assumono un atteggiamento di cautela in attesa degli importanti dati sul comparto delle case.

Nella precedente sessione un rapporto favorevole sul mercato immobiliare e gli incoraggianti dati sugli ordini di beni durevoli hanno oscurato il diffuso senso di ansia e apprensione sui mercati dopo settimane di turbolenza per via della crisi del credito legata alle insolvenze dei mutui subprime. Venerdi’ i listini azionari americani hanno registrato performance di tutto rispetto: +1.08% per il Dow Jones, +1.15% per l’indice S&P500, +1.38% per il tecnologico Nasdaq.

A polarizzare maggiormente l’attenzione negli Stati Uniti oggi saranno i dati che verranno diffusi dalla National Association of Realtors (NAR) relativi alle vendite di case esistenti nel mese di luglio. Le attese degli economisti sono per una contrazione a 5.70 milioni di unita’ dalle 5.75 mln del mese precedente.

Sul fronte societario, ad occupare la scena potrebbe essere l’azienda leader nella vendita di articoli per la casa Home Depot ([[HD]]) dopo aver raggiunto un accordo per la vendita di una delle sue unita’ ad un prezzo di $8.5 miliardi, 18% in meno rispetto a quanto richiesto due mesi fa alla cordata di acquirenti costituita da Bain Capital LLC, Carlyle Group e Clayton Dubilier & Rice.

Il comparto hi-tech lascia spazio a nuove operazioni di M&A, con il produttore di computer Acer impegnato nell’acquisto della rivale Gateway ([[GTW]]) per un controvalore di $760 milioni. Il prezzo rappresenta un premium del 51% rispetto all’ultimo valore di chiusura dell’azienda californiana.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico poco variato il petrolio. I futures con consegna ottobre sono ora in calo di appena due centesimi a quota $71.07 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in lieve ribasso nei confronti del dollaro a quota 1.3664. In calo dello 0.19% i futures con consegna dicembre sull’oro, scambiati a $676.20 all’oncia. Fermo al 4.64% il rendimento sul Treasury a 10 anni.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 3.70 punti (-0.25%) a 1479.90.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -5.750 punti (-0.29%) a 1963.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 20 punti (-0.15%) a 13387.00.

Hai dimenticato la password?