FUTURES: GLI OPERATORI HANNO VOGLIA DI RISCATTO

16 novembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in progresso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in rialzo per l’azionario Usa.

I listini sono posizionati per un rimbalzo dopo le brusche perdite riportate negli ultimi due giorni ancora una volta a causa delle ripercussioni che la crisi del credito e la debolezza del mercato immobiliare possono avere sui profitti aziendali e sulla spesa dei consumatori. A soffrire maggiormente sono stati i titoli bancari/finanziari, constretti a cedere interamente i guadagni realizzati con il forte rally dello scorso martedi’.

Nel preborsa si respira un cauto ottimismo; la situazione sul mercato continua a rimanere incerta. Gli analisti evidenziano come nel terzo trimestre si sia assistito ad un significativo calo dei risultati societari. Gli utili delle societa’ facenti parte dell’S&P500 hanno registrato in media una flessione del 4% su base annuale.

Nell’after hour di ieri la famosa catena di coffee-shop americani Sturbucks (SBUX) ha riportato un EPS in linea con le attese ma ha tagliato l’outlook per il trimestre in corso citando un rallentamento generale dell’economia e un calo inatteso della clientela (probabilmente causato dai recenti aumenti dei prezzi). Il titolo perde oltre il 9% nel preborsa. Anche la societa’ retail Kohl’s (KSS) ha rivisto al ribasso le stime sui prossimi risultati fiscali dopo aver riportato un calo del 13% dei profitti.

Particolare attenzione sara’ rivolta piu’ tardi (alle 15:00 ora italiana) ad una conferenza organizzata da Fannie Mae (FNM). Sara’ interessante ascoltare i rappresentanti del colosso dei mutui ipotecari all’indomani del forte arretramento (-10%) del titolo causato dalle voci di possibili brogli sulle pratiche contabili.

Mercato per professionisti? Con news gratis, non vai da nessuna parte. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link style="color:blue">INSIDER

L’unico dato macro presente in calendario riguarda la produzione industriale di ottobre per cui e’ atteso un avanzamento dello 0.1%. L’indicatore sara’ comunicato alle 15:15 ora italiana.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il greggio e’ in recupero. I futures con consegna dicembre avanzano di 40 centesimi a $93.83 al barile. Sul valutario, l’euro e’ in lieve progresso nei confronti del dollaro, ora a quota 1.4625. L’oro avanza di $2.80 a $790.10 all’oncia. In rialzo i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.14%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 5.80 punti (+0.40%) a 1463.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +8.50 punti (+0.42%) a 2042.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 39.00 punti (+0.30%) a 13199.00.

parla di questo articolo nel Forum di WSI

Hai dimenticato la password?