Future sull’oro: gestori riducono nettamente posizioni ribassiste

13 dicembre 2018, di Daniele Chicca

I money manager hanno ridotto dell’83% le posizioni ribassiste aperte nei future sull’oro nell’ultima settimana. Lo si apprende dal report settimanale stilato dalla Commodity Futures Trading Commission.

Sia per l’argento sia per l’oro la maggior parte dell’inversione di tendenza ha riguardato le coperture short. Si tratta di investimenti sui cui puntano i trader per uscire da posizioni in cui sono andati short o dove avevano puntato su un ribasso.

Tali attività “hanno giocato un ruolo importante nella risalita dei prezzi dell’oro” delle ultime sedute, osserva Commerzbank. “tenuto conto che l’oro è aumentato ulteriormente e di molto dal 4 dicembre, è possibile che altre posizioni short siano state chiuse nel frattempo”.

Durante il periodo preso in esame (la settimana conclusasi il 4 dicembre) i future sul Comex con consegna febbraio hanno fatto un balzo di 26,70 dollari a quota $1.246,60 l’oncia, mentre i contratti sull’argento con scadenza marzo sono saliti di 41,9 centesimi attestandosi a $14.64.

Hai dimenticato la password?