Francia:Airbus apre a Finmeccanica

5 dicembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Finmeccanica potrebbe diventare un partner per la produzione dell’aereo A350, secondo l’amministratore delegato di Airbus, Louis Gallois. Il manager parla durante una conferenza dopo che venerdì scorso il consiglio della controllante Eads dà via libera al programma per l’A350. Eads e Airbus sono in cerca di risorse per finanziare la produzione del nuovo aereo di medio raggio A350, ma non preme sull’acceleratore. Altri dirigenti di Airbus spiegano che società cinesi e coreane possono anche contribuire alla produzione. Intanto Rolls Royce annuncia di aver raggiunto un accordo con Airbus per la fornitura di un nuovo motore Trent all’aereo a medio raggio A350 Xwb. Nel frattempo, Alcatel Alenia Space annuncia ieri la firma di un contratto del valore di 661 milioni di euro con Globalstar, un provider di servizi satellitari di telefonia mobile e trasmissione dati per privati e istituzioni. Alcatel Alenia Space, in qualità di prime contractor, riferisce l’azienda, “progetterà e costruirà i 48 satelliti a bassa orbita terrestre della costellazione Globalstar di seconda generazione, oltre a provvedere ai relativi servizi alla missione e al lancio”. In particolare, il nuovo contratto è formalmente siglato a New York dai rispettivi presidenti e amministratori delegati delle due società, Jay Monroe e Pascale Sourisse. Nel frattempo Alcatel-Lucent e Thales annunciano la firma dell’accordo definitivo sul trasferimento a Thales delle attività di Alcatel-Lucent nell’ambito dei trasporti, sicurezza e spazio e sulla futura cooperazione industriale tra i due gruppi. Questa intesa segue la firma del nuovo accordo Space Alliance tra Finmeccanica, Thales e Alcatel-Lucent, nell’ambito del quale Finmeccanica acconsente al trasferimento a Thales della partecipazione di Alcatel-Lucent in Alcatel Alenia Space e in Telespazio, le due joint venture con Finmeccanica. In base all’accordo con Thales Alcatel-Lucent salirà dal 9,45 per cento al 20,95 per cento della stessa Thales, contro il 21,6 per cento previsto lo scorso aprile, quando è annunciato l’accordo preliminare. In cambio Alcatel-Lucent apporterà a Thales il suo 67 per cento in Alcatel Alenia Space pari a 670 milioni. Contestualmente Thales emetterà 25 milioni di nuove azioni a favore di Alcatel-Lucent, in aggiunta a un pagamento di 40 milioni, a fronte dei 26,6 milioni di azioni inizialmente previsti. L’intesa prevede anche che il valore della partecipazione in Alcatel Alenia Space sarà ricalcolato all’inizio del 2009 da un esperto indipendente. Lo Stato francese resterà il principale azionista di Thales con il 27,29 per cento, a fronte di un iniziale 31,26 per cento, mentre con Alcatel-Lucent Parigi stringerà un nuovo patto di sindacato di 5 anni, rinnovabile, che sostituirà il precedente del 1998 tra Alcatel, Dassault e lo Stato stesso.

Hai dimenticato la password?