Francia e Italia i paesi di cui propri cittadini si fidano di meno

17 gennaio 2017, di Daniele Chicca

La Francia e l’Italia sono i due paesi di cui i propri cittadini si fidano di meno. È quanto emerso da un sondaggio condotto dalla società di relazioni pubbliche numero uno al mondo.

Il 72% dei francesi ritiene che il sistema istituzionale non faccia gli interessi del popolo. La percentuale degli italiani che non hanno fiducia nelle autorità è altrettanto alta. Sono i risultati del Trust Barometer 2017 di Edelman, gruppo indipendente americano.

Dietro al risultato storicamente negativo ci sono questioni irrisolte come l’immigrazione, la globalizzazione e lo sgretolamento dei valori sociali. Per la Francia si tratta di risultati preoccupanti per i politici dei partiti tradizionali di centro destra e centro sinistra in vista delle elezioni presidenziali di aprile-maggio.

Il partito anti europeista di destra del Front National è dato per favorito nel primo turno delle presidenziali. Al secondo posto nei sondaggi si piazza il Partito Repubblicano guidato da Francois Fillon, mentre il candidato di centro Emmanuel Macron è terzo davanti alla sinistra radicale di Jean-Luc Melanchon e davanti al Partito Socialista che deve ancora scegliere il suo candidato (le primarie si tengono il 22 e 29 gennaio).

Nello studio si sottolinea come la delusione per l’operato delle istituzioni pubbliche rischi di avere conseguenze nei prossimi appuntamenti elettorali, come già visto negli Stati Uniti, che hanno eletto presidente un candidato che si può definire anti establishment come Donald Trump.

“I paesi caratterizzati da una mancanza di fiducia nel sistema e da paure sociali profonde, come Francia, Italia, Sudafrica, Stati Uniti e Messico, stanno eleggendo o mostrando una preferenza per candidati populisti”, si legge nella ricerca.

Hai dimenticato la password?