FMI: Italia sempre più povera, a Malta e Porto Rico pil pro-capite più alto

20 gennaio 2017, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) – L’Italia  è sempre più povera nel confronto con gli altri paesi a livello mondiale. A dirlo i risultati del World Economic Outlook dell’FMI, ripreso da VividMaps, un sito americano che si occupa di infografiche e in Italia da Il Giornale.

Secondo quanto si legge nel rapporto, il nostro paese scivola al 37esimo posto a livello mondiale nella classifica del PIL pro capite calcolato in dollari, ottenendo 36.313 dollari a testa. Ci superano paesi molto più piccoli, da Malta con i suoi 37900 dollari, al Porto Rico che ne contra 37700, fino alla Nuova Zelanda (37.200 dollari) e in Europa la Spagna con 36.450 dollari.

Certo è che la classifica non tiene conto delle diversità di ogni paese, visto che considera i tre più ricchi del mondo, uno come il Qatar ricco di petrolio  e due come il Lussemburgo e Macao che sono cuori pulsanti nel mondo finanziario.

Malta e Porto Rico che ci superano nella classifica del Fondo monetario internazionale tra l’altro hanno un fisco molto più accondiscendente rispetto al nostro.

Considerazioni su cui comunque si deve tener conto. Ma ce n’è un’altra che non si può nascondere e riguarda la Spagna. Proprio la Spagna stupisce perché considerando la crisi subita, il paese iberico è riuscito a ritrovare slancio come dimostrano i numeri. Mentre Madrid è riuscita a ingranare la marcia, Roma ancora chiede maggiore flessibilità all’Europa.

Il nostro ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, nel corso del forum di Davos, ha incontrato il commissario agli affari economici dell’Unione europea, Pierre Moscovici che al termine dell’incontro si è detto fiducioso che l’Italia possa farcela, facendo riferimento allo scostamento tra le stime del deficit e l’impegno del nostro paese per una manovra bis che possa sistemare i conti.

Hai dimenticato la password?