Fisco: gli spasmi di “Equitalia”

5 luglio 2017, di Giovanni Falcone

 

Quando si arriva al “fine vita”, soprattutto quando in precedenza se ne sono fatte di tutti i colori, nel senso che sono stati provocati tanti danni, l’agonia può durare anche molto tempo.

Durante quest’agonia può succedere di tutto: spasmi a non finire.

In questa fase si possono ancora combinare guai perché quando parliamo di “Equitalia”, ancorché morta perché soppressa d’ufficio, può capitare di tutto e le sorprese, in un modo o nell’altro, sono sempre possibili.

E’ successo l’altro giorno ad un imprenditore campano, operante nel settore automobilistico, Francesco TAMIGI di Nocera Inferiore dove si è registrato l’ultimo “spasmo” di Equitalia.

Questo imprenditore si è visto consegnare dal postino una “Raccomandata da Equitalia” definitivamente soppressa dal 1° luglio 2017[1].

Nel mentre pensava già alle vacanze saltate per qualche debito insoluto, qualche virgola omessa o fuori posto o qualche F/24 dimenticato, con tanta ansia e preoccupazione si decide ad aprire la busta dove, insieme a tutta la pappardella commentata, dove solitamente ci si capisce soltanto con l’aiuto di un bravo interprete, legge la somma riportata sul bollettino di conto corrente prestampato: euro 0,01 (un centesimo/00).

Insomma si tratta di pagare un centesimo!

Nel mentre lo sventurato sta preparando le carte per chiedere la “rateizzazione”, come indigeno e osservatore interessato mi chiedo:

  • Questa è la macchina della Pubblica amministrazione deputata al contrasto all’evasione fiscale:
  • Quanto è costato all’Erario, ovvero al contribuente di questo disgraziato Paese, l’intera operazione – personale impegnato, costo materiale del carteggio;
  • Esiste una procedura interna per sanzionare non tanto e non solo il personale impegnato nella grande operazione di recupero di “debito erariale” ma soprattutto un Dirigente al quale chiedere conto?

Dobbiamo rassegnarci o è giunta l’ora di indignarci?

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze in carica o chi per lui, potrà mai trovare il tempo per fornire una risposta ragionevole ai tanti sudditi interessati a risolvere l’arcano?

Pretendiamo una risposta entro e non oltre il terzo millennio appena iniziato.

Vergogna vergognosa!

==================

 

[1] DL 26 ottobre 2016, n.193

Art. 1 Soppressione di Equitalia 

  1. A decorrere dal 1° luglio 2017 le societa’ del Gruppo Equitalia

sono sciolte. Le stesse sono cancellate d’ufficio dal registro  delle

imprese ed estinte,  senza  che  sia  esperita  alcuna  procedura  di

liquidazione. Dalla data di entrata in vigore del presente decreto e’

fatto divieto alle societa’ di cui al presente  comma  di  effettuare

assunzioni  di  personale  a  qualsiasi  titolo  e  con  qualsivoglia

tipologia contrattuale.

 

Hai dimenticato la password?