Fed non alzerà i tassi nel 2019. Anzi, potrebbe tagliarli

3 gennaio 2019, di Mariangela Tessa

Nessun rialzo dei tassi. Anzi. Il 2019 potrebbe segnare un cambio repentino di programma nella politica monetaria della Fed con alcuni analisti che non escludono un taglio del costo del denaro.

Il mese scorso la banca centrale Usa aveva detto di prevedere due strette. Stando ai future sui Fed Funds, le probabilità che il 2019 finisca con tassi ai livelli attuali o più bassi erano ieri all’87%; solo all’inizio di novembre c’era il 90% di chance che il costo del denaro sarebbe invece salito entro la fine dell’anno.

Si tratta di un segno chiaro ed evidente che nel mercato perde colpi l’idea che l’espansione economica degli Stati Uniti continuerà al ritmo stabile, come la Fed aveva previsto solo due settimane fa.

“L’inasprimento delle condizioni finanziarie è stato superiore alle attese negli ultimi due mesi”, ha dichiarato Jim O’Sullivan, capo economista presso High Frequency Economics, in una nota ai clienti, specificando di aspettarsi un solo rialzo nel 2019.

Sulla stessa linea gli economisti di Goldman Sachs, che ora prevedono un solo aumento in tutto il 2019 rispetto a una previsione di quattro dello scorso autunno. In ogni caso, la maggior parte degli economisti pensa in  che la FED non prenderà nessuna decisione prima di metà marzo.

 

Hai dimenticato la password?