Evasione fiscale: Mef punta a 30 miliardi di incassi in tre anni

10 maggio 2018, di Mariangela Tessa

Circa trenta miliardi in tre anni. Questo l’obiettivo di recupero dalla lotta all’evasione che il Mef ha affidato alla nuova Agenzia entrate-Riscossione (Ader).

È quanto si legge in un articolo del Sole 24 Ore in cui si spiega che gli incassi

“dovranno tener conto comunque della definizione agevolata i cui termini di adesione scadranno il prossimo 15 maggio (si veda l’articolo in pagina). I numeri sono indicati nella convenzione tra via XX Settembre e il concessionario della riscossione inviata alle Camere (atto del Governo numero 21) per i pareri”.

Il volume di recuperi stimato seguirebbe questa progressione: 10,974 miliardi per il 2018; 9,46 miliardi per il 2019; 9,15 miliardi per il 2020.

L’impegno che il ministero impone all’Agenzia con l’accordo quadro – si legge ancora nell’articolo – “è che le prospettive di incasso dovranno continuare a rappresentare un presidio della funzione di deterrenza e contrasto dell’evasione in funzione anche del progressivo innalzamento del tasso di adesione spontanea agli obblighi tributari”.

Hai dimenticato la password?