Equity Usa: primi dubbi all’orizzonte?

31 marzo 2017, di Francesco Cerulo

Un saluto a tutti i lettori di WallStreetItalia,

nel seguente articolo potrete apprazzare un confronto tra i 2 principali indici del mercato Equity Usa: Dow Jones Ind. e S&P500.

S&P500 Index

Fare un breve sunto di quanto accaduto negli ultimi mesi, risulta abbastanza semplice gettando uno sguardo sulle figure allegate: su entrambe i grafici potete notare un riferimento alla data delle Elezioni Usa, da cui il mercato Usa ha visto successivamente aggiornare i massimi storici per molti giorni … ma le corse infinite non esistono, neanche sui mercati finanziari. A tal proposito è da notare come i massimi di fine Febbraio/inizio Marzo, realizzati rispettivamente a 2400pti (S&P) e 21169pti (DJ30), rimangano tuttora i Massimi, visto come in questo terzo mese dell’anno le quotazioni siano andate a disegnare dei lievi ribassi.

DJ30 Industrial Avg Index

Tecnicamente potete notare come una serie di Massimi decrescenti mi abbia permesso di tracciare una Trendline di breve termine che attualmente può fare da riferimento dinamico, mentre le rispettive quote realizzino un’area di Resistenza statica.

Fin qui tutto bene, tutto alla grande, tutto al rialzo … giusto così ? 

Beh si e no: occorre concentrare l’attenzione sulle prossime sedute per poter iniziare a cogliere possibili segnali dal mercato Usa.

A cosa mi riferisco?

  • Il test sulla Trendline discendente ci fornirà immediatamente alcuni segnali. Entrando nel mondo della Price Action, sarà importante osservare quello che accadrà, in quanto segnali bullish porteranno un nuovo attacco ai massimi storici, mentre per gli “shortisti” un failure breakout su quei livelli alimenterebbe l’appetito ad aprire posizione corte.
  • Per chi invece propende per rimanere alla finestra in attesa di segnali più evidenti, sono sicuro che concentrerà la propria attenzione sui massimi storici e sul minimo fatto registrare qualche giorno fa ( 2040pti per DJ30 e 2325pti S&P). Gli eventuali allunghi al di sopra o al di sotto di questi livelli, daranno nuovi impulsi importanti al mercato: se dal lato dei rialzi, non ci sono riferimenti precedenti, perchè ci sarà “soltanto” un nuovo aggiornamento dei massimi storici, dall’altro lato invece un break del minimo del mese di Marzo potrebbe aprire le porte ad ulteriori discese che avrebbe rispettivamente target in area 2300pti per S&P e area 20000pti per DJ30.

Sono da escludere scenari di inversione nel medio periodo, in quanto il mercato Usa ha dimostrato da molto tempo la sua forza.

Grazie per la vs attenzione.

F.C.@Team Visionforex

Hai dimenticato la password?