Elezioni politiche 2013: i risultati dell’ultima volta

7 febbraio 2017, di Mariangela Tessa

Boom di Grillo, rimonta di Berlusconi, centrosinistra avanti nelle percentuali che si aggiudica il premio di maggioranza a Montecitorio. Sono questi i principali risultati delle elezioni generali che si sono svolte in Italia domenica 23 e lunedì 24 febbraio del 2013 (affluenza alle urne del 75,2%). Elezioni politiche che hanno decretato numerosi vincitori, ma il cui dato centrale è che nessuna coalizione ha al Senato i numeri per governare da sola.

Nel dettaglio, la formazione di centrosinistra si è imposta a Montecitorio, dove seppure con un piccolo margine di distacco percentuale dal Pdl-Lega, ottiene la maggioranza netta dei deputati per effetto del premio (345 seggi); ma al Senato la coalizione di Bersani non ce l’ha fatta, per effetto della sconfitta nelle regioni chiave (123 seggi). Percentuale voti totale: 29,55%.

Nessuno (né Berlusconi, né Bersani, né Grillo) è arrivato alla soglia dei 158 seggi di Palazzo Madama. Con questi risultati Palazzo Madama è rimasto praticamente bloccato.

Il risultato più eclatante è stato certamente quello del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Gli elettori hanno premiato il movimento cinque stelle che ha registrato un boom oltre ogni aspettativa. Percentuale voti: 25,55%.

Berlusconi e’ stato invece autore di una netta rimonta, come dimostra la percentuale dei voti del Pdl, che si è attestata a 29,11%. Mentre gli alleati leghisti hanno scontato l’attivismo del tre volte premier, fermandosi sotto il 4 per cento.

Sconfitto invece Mario Monti, che non ha raggiunto il 10 per cento alla Camera: i suoi alleati centristi Udc e Fli sono dunque usciti con le ossa rotte dalla prova elettorale. Con questo risultato (appena migliore al Senato) il progetto centrista non ha potuto nemmeno giocare il ruolo di ago della bilancia: i voti del professore non sono stati in grado di dare la maggioranza ne’ al centrosinistra ne’ al centrodestra.

Fallimentare l’esperimento di Rivoluzione Civile: la lista messa insieme da Antonio Ingroia non raggiunge il quorum, e l’insuccesso trascina fuori dal Parlamento anche Antonio Di
Pietro.

Di seguito i risultati definitivi per seggi alla Camera e al Senato:

CAMERA

SEGGI- CAPI COALIZIONI

  • 345 Pierluigi Bersani
  • 125 Silvio Berlusconi
  • 109 Beppe Grillo
  • 47 Mario Monti
  • Vallee d’Aoste
  • Movimento ass. italiani all’estero
  • USEI
  • Antonio Ingroia

Sezioni scrutinate: 61446 su 61446
Affluenza: 75,19%

SENATO

SEGGI – CAPI COALIZIONI

  • 123 Pierluigi Bersani
  • 117 Silvio Berlusconi
  • 54 Beppe Grillo
  • 19 Mario Monti
  • Vallee d’Aoste
  • Movimento ass. italiani all’estero
  • USEI
  • Antonio Ingroia

Sezioni scrutinate: 60431 su 60431
Affluenza: 75,21%

Hai dimenticato la password?