Draghi spinge per piazzare Saccomanni a UniCredit

8 novembre 2017, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) –Fabrizio Saccomanni potrebbe diventare il prossimo presidente di Unicredit al posto di Giuseppe Vita. Le indiscrezioni di stampa fanno il nome dell’ex ministro dell’economia come papabile candidato, molto amico di Mario Draghi.

Oggi, mercoledì 8 novembre, salvo intoppi dell’ultima ora il consiglio odierno di amministrazione esaminerà i conti degli ultimi nove mesi – pubblicati per errore già lo scorso ottobre – e deciderà anche il nome del candidato del prossimo presidente della banca. Come scrive oggi La Stampa, nelle ultime ore, il candidato a succedere a Giuseppe Vita e su cui sembra formarsi un netto consenso  sarebbe proprio Saccomanni, titolare del dicastero di via XX Settembre quando era premier Enrico Letta ed ex direttore generale della Banca d’Italia.

Saccomanni – gradito anche all’amministratore delegato Jean Pierre Mustier – non dovrà attendere la nomina assembleare a presidente per entrare in banca, ma già oggi o nei prossimi giorni potrebbe essere cooptato in consiglio e potrà così  fare pratica della banca.

Il posto sarà liberato da un consigliere eccellente, Fabrizio Palenzona che, in piena sintonia con Mustier, lascerà il cda in vista del suo prossimo impegno alla presidenza di Prelios. Con la cooptazione modo Saccomanni avrebbe modo di prendere conoscenza della banca e arrivare così preparato all’appuntamento di primavera quando gli organi sociali saranno rinnovati secondo il nuovo statuto che i soci saranno chiamati ad approvare nell’assemblea del 4 dicembre.

Hai dimenticato la password?