Di Maio: per Pmi ci vuole un “Amazon del Made in Italy”

11 settembre 2018, di Alberto Battaglia

L’internazionalizzazione delle imprese potrebbe passare da un portale di e-commerce nel quale avvicinare il Made in Italy a una platea globale: è quanto ha auspicato il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, intervenendo alla riunione della VII Cabina di Regia per l’Italia internazionale, tenutasi l’11 settembre presso il ministero degli Esteri.

“Portare l’Italia nel mondo nel 2018 non può non passare dalla digitalizzazione e dalle nuove tecnologie. È tempo che il nostro Paese si doti di un portale di e-commerce multilingua, in cui le aziende italiane possano non solo esporre, ma vendere, i propri prodotti”, ha dichiarato Di Maio. “E’ di vitale importanza per lo sviluppo economico del nostro Paese investire in innovazione e tecnologia” ha poi aggiunto, “è tempo che l’Italia disponga di un portale di e-commerce multilingua, una sorta di Amazon del Made in Italy, che faciliti la vendita dei prodotti italiani e combatta, allo stesso tempo, la contraffazione”.

L’idea di fondo, ha spiegato il ministro Di Maio, è quella “di far conoscere il brand italiano nel mondo ed esportare tutto il meglio che abbiamo da offrire. Mi riferisco non solo ai prodotti industriali ma anche alla moda, all’agroalimentare, ai prodotti artigianali, al design e all’industria culturale”. Per riuscirci, Di Maio immagina un ruolo di primo piano per le piccole e medie imprese italiane, peculiarità del sistema-Italia: “Dobbiamo potenziare le azioni che favoriscano l’accesso delle imprese, soprattutto delle Pmi, nei circuiti della grande distribuzione organizzata così da cogliere le opportunità di business offerte dai mercati internazionali e di esplorare i nuovi mercati emergenti”.

Hai dimenticato la password?