Di Maio: “No aumento Iva ma solo un ritocco”

10 agosto 2018, di Alessandra Caparello

Ritoccheremo l’Iva per non farla aumentare. Parola del vicepremier Luigi Di Maio parlando a In Onda su La7 della prossima legge di bilancio.

“Il nostro obiettivo è ritoccare l’Iva per non farla aumentare. L’abbiamo messo nel contratto di Governo e lo faremo… nel contratto c’è scritto che non aumenteremo l’Iva. Nel contratto c’è scritto che non metteremo le mani in tasca dei cittadini (…) Se si vuole giocare con questa storia dell’Iva e dei ritocchi si faccia pure, ma il nostro obiettivo è non aumentarla e vale sia per il M5s che per la Lega”.

Nel corso della lunga intervista il ministro dello Sviluppo economico e del lavoro parla anche di altri capitoli molto importanti che hanno tenuto banco nelle ultime settimane, tra cui Tav e Tap.

“Sono 30 anni che è stata progettata quest’opera, oltre 10 anni che si prova ad avanzare, si dà la colpa ai no tav ma la verità è che questa è un’opera in cui nessuno crede più (…) La Tap non è nel contratto di governo, il dossier è sul tavolo del Premier che gestirà al meglio. Troveremo un accordo. Una cosa deve essere chiara, noi non costruiamo opere manganellando i cittadini, qualsiasi opera si deve fare con il consenso delle comunità. Conte ha ascoltato il sindaco di Melendugno e continuerà ad ascoltare, le opere non si riusciranno a fare se le comunità non sono d’accordo, è sempre stato così, in ogni caso il Movimento Cinque Stelle sulla Tap non è mai stato d’accordo”.

Infine nell’intervista Di Maio coglie l’occasione per parlare anche del pareggio di bilancio:

“Credo che siamo l’unico Paese che ha all’interno della propria Costituzione l’equilibrio di bilancio, che poi è il pareggio di bilancio, credo che questa sia una norma che in futuro vada superata, adesso non ci siamo messi al lavoro su questo, a settembre cominciamo dal taglio dei parlamentari”.

 

Hai dimenticato la password?