Deutsche Bank prepara un taglio “a doppia cifra” dei bonus

8 gennaio 2019, di Alberto Battaglia

I bonus riconosciuti agli investment banker di Deutsche Bank nel 2018 potrebbero subire un taglio a doppia cifra: è quanto affermano alcune fonti a conoscenza dei fatti al Financial Times. La banca tedesca, ritenuta fra i maggiori istituti sistemici nell’Eurozona, è reduce da un anno assai difficile: il titolo azionario è crollato, nel corso degli ultimi 12 mesi, del 53%.

 

La situazione dei bonus, la componente variabile della retribuzione, “sembra decisamente orribile. . . è molto in ribasso”per il 2018, ha detto una fonte al Ft, parlando del procedimento di definizione in corso e non ancora finalizzato. La fonte ritiene che si tratti di una revisione che si rivelerà “comodamente” a doppia cifra, mentre un altro informatore del quotidiano britannico ha affermato che i bonus aggregati, in alcune aree di attività, si sono ridotti tra il 15 e il 20%.

 

Il taglio ai bonus sarà ufficializzato il 22 marzo, mentre i risultati preliminari relativi al 2018 saranno pubblicati il primo febbraio. L’entità del taglio ai bonus, nel corso dei prossimi due mesi, potrebbe ancora cambiare rispetto alle indiscrezioni attuali, ha precisato una delle fonti.
Per il momento resta il fatto che, nel terzo trimestre del 2018, Deutsche Bank ha registrato un calo del 15% nei ricavi relativi al ramo trading, perdendo posizioni rispetto alla concorrenza.

 

L’anno scorso, ha ricordato il Ft, Deutsche Bank ha pagato 2,2 miliardi di euro in bonus, recuperando dal drastico taglio del 2016, anno nel quale il volume dei premi per il rendimento era stato falciato a 500 milioni. Rispetto ai livelli precedenti al drastico taglio, i bonus pagati nel 2017 risultavano comunque inferiori dell’8%, se confrontati con quelli del 2015.

Hai dimenticato la password?