Dalla bolletta energetica alla scuola, raffica di aumenti per le famiglie italiane

28 agosto 2017, di Mariangela Tessa

Stangata d’autunno in arrivo per le famiglie italiane. Secondo le stime rese note dall’associazione Federconsumatori, da Adusbef e Coldiretti, le famiglie italiane dovranno far i conti con una serie di aumenti al rientro dalle ferie estive.

Dalle bollette dell‘energia elettrica fino ai materiali scolastici, si allunga la lista di aumenti e rincari che supereranno fortemente l’ultimo tasso di inflazione registrato dall’Istat, ovvero oltre il +0,1%.

Si parte dall’energia elettrica: dal primo luglio è scattato l’aumento sui prezzo del +2,8%, deciso dall’Authority competente, aumento che si rifletterà sulle prossime bollette.

Per quanto riguarda il capitolo scuola, tornano a crescere i prezzi di diari, astucci, zaini e materiali scolastici vari. Il Codacons prevede un incremento medio del 2,5% e una spesa media che per la prima volta dovrebbe sfondare il muro dei 500 euro a studente, soglia a cui andrà aggiunto il costo dei libri. La spesa complessiva potrebbe dunque superare i 1100 euro a studente.

Secondo l’Adusbef, invece, la situazione non sarà migliore sul fronte bancario e assicurativo. Per le prime gli incrementi dovrebbero tradursi in un aumento delle spese per la gestione del conto corrente di circa 20-25 euro, mentre per le assicurazioni gli incrementi dovrebbero tradursi in un esborso maggiore di 10-15 euro. Tra gli aumenti con cui le famiglie si ritroveranno a fare i conti quelli legati alla tariffazione della telefonia ogni 28 giorni. La stessa Agcom stima un aggravio annuale delle bollette pari all’8,6%.

Sul fronte dei trasporti la Regione Lombardia ha dato il via libera all’aumento del costo di biglietti e abbonamenti ferroviari pari allo 0,93% per il 2017. Secondo quanto si apprende, però, questo rincaro dovrebbe essere posticipato al 2018, dopo le elezioni regionali.

Hai dimenticato la password?