Debito Usa: “Rischio default più alto di quanto immaginato”

16 marzo 2017, di Mariangela Tessa

Mentre la Borsa americana continua ad inanellare un record dietro l’altro, gli investitori sembrano ignorare il più grande dei rischi che potrebbe mettere la parola fine a tanta euforia, ovvero il rischio di default. Un rischio che, secondo Carson Block, capo investimenti di Muddy Waters Capital, potrebbe verificarsi qualora il Congresso dovesse fallire nell’incrementare il detto del debito.

Un possibilità che, a detta Block, appare maggiore rispetto a quanto messo in conto al momento dal mercato.

“Gli investitori ignorano due numeri importanti, che insieme potrebbero avere profonde conseguenze per i mercati globali: 218 e 189 miliardi. Al fine di aumentare o sospendere il tetto del debito (che dovrebbe tecnicamente essere reintegrato oggi), sono necessari 218 voti alla Camera dei Rappresentanti” scrive Block in un articolo su Bloomberg, aggiungendo che “la liquità del Tesoro, 189 miliardi di dollari questo mese, dovrà bastare fino a quando ciò accadrà. L’esperto ricorda che il governo Usa brucia una media di 2 miliardi di dollari al giorno”.

Secondo Block,

“Raggiungere 218 voti per l’innalzamento del tetto del debito potrebbe essere più difficile di quanto si pensi. Trump vuole quasi certamente di aumentare il massimale, ma rischia di non avere i voti necessari” spiega Block, aggiungendo che “Se è vero i repubblicani controllano 237 seggi alla Camera, i membri degli Tea Party si sono in passato sempre rifiutati di procedere con gli aumenti. Di qui il la paura che qualcosa possa andare storto”. 

Hai dimenticato la password?