DA OGGI AL VIA TELEFONATE GRATIS (MA CON LO SPOT)

1 novembre 1999, di Redazione Wall Street Italia

Da oggi chi vuole parlare al telefono senza pagare la bolletta potra’ farlo purche’ accetti di ascoltare, tra una chiacchiera e l’altra, spot pubblicitari come quelli che interrompono i film sulle televisioni private.

Da oggi e’ infatti possibile sottoscrivere un abbonamento gratuito in base al quale chi parla al telefono dovra’ ascoltare un breve messaggio pubblicitario in cambio dell’addebito del costo della telefonata allo sponsor (10 secondi per ogni 2 minuti all’apparecchio). La campagna di sottoscrizione lanciata, per il momento, a Milano e che presto sara’ estesa a tutto il territorio nazionale viaggia a ritmi sostenuti: ”andiamo a gonfie vele – annunciano a Gratis Tel, la societa’ che sta promuovendo le telefonate con lo spot – non si fa in tempo a far rifornimento di moduli di sottoscrizione che vanno subito a ruba”. E lo stesso succede sul sito internet della societa’ (www.gratistel.it) che registra una media di 1000 accessi al giorno di persone che richiedono l’attivazione.

Anche le aziende (gli sponsor delle telefonate gratis) iniziano a sottoscrivere accordi con Gratis Tel: attraverso
Rusconi pubblicita’, che si occupa della raccolta pubblicitaria, stanno arrivando su quello che e’ stato ribattezzato il ”sesto mezzo” investitori ”del calibro di Nestle’ e della Royal
Insurance”. Partner telefonico in Italia e’
Telecom, ”cosi’ come all’estero – affermano alla societa’ – i nostri partner sono i piu’ importanti operatori del mercato come British Telecom in Inghilterra, la Bouygues in Francia, la Sonofon in Norvegia.”.

Le associazioni di consumatori si sono dette subito favorevoli alle telefonate con spot ”perche’ accrescono la diversificazione dell’offerta nel mercato delle telecomunicazioni” – dice Primo Mastrantoni dell’Aduc – e perche’ saranno ”un aiuto per le responsabili del bilancio familiare”, secondo Liliana Merlo di Federcasalinghe.

Hai dimenticato la password?