Credit Suisse: accelera patrimonio mondiale, in Italia 1,3 milioni di ricchi

15 novembre 2017, di Mariangela Tessa

Nei dieci anni successivi all’inizio della crisi finanziaria globale, la ricchezza globale è cresciuta del 27% con la ricchezza media pro capite che ha raggiunto nuovi record. È quanto riporta  l’ottava edizione del Global Wealth Report 2017 del Credit Suisse Research Institute, che nota un’accelerazione della ricchezza nei 12 mesi a giugno 2017.

In particolare, nel periodo tra metà 2016 – metà 2017 la ricchezza mondiale globale è aumentata del 6,4% (16,7 mila miliardi di dollari, fino a raggiungere 280 mila miliardi di dollari), il tasso più elevato dal 2012.

L’incremento – si legge nella ricerca –  riflette gli ampi guadagni nei mercati azionari, insieme agli incrementi degli asset non finanziari, che per la prima volta hanno toccato livelli superiori a quelli del 2007, anno di inizio della crisi. La crescita della ricchezza ha anche superato la crescita della popolazione: il patrimonio medio pro capite tra la popolazione adulta è cresciuto quindi del 4,9% con un nuovo massimo storico di 56.540 dollari.

Quattro Paesi dell’Eurozona appaiono nella top ten, ovvero Germania, Francia, Italia, Spagna. Insieme rappresentano 3,1 mila miliardi di dollari, ovvero quasi il 20% dell’aumento complessivo in tutto il mondo.

L’Italia risulta essere quest’anno al sesto posto nella classifica dei dieci Paesi che hanno visto crescere la propria ricchezza in modo più significativo con 1 milione e 288 mila milionari (milionari in dollari USD), 138 mila in più rispetto all’anno scorso, che rappresenta il 4% dei milionari di tutto il mondo.

“Un decennio dopo l’inizio della crisi finanziaria globale, si registra un aumento notevole della ricchezza in tutte le aree del mondo. La Svizzera ha segnato in questo periodo una crescita della ricchezza pro capite della popolazione adulta pari al 40%, rimanendo leader mondiale” ha commentato Urs Rohner, presidente del Credit Suisse Research Institute e del Consiglio di Amministrazione di Credit Suisse Group.

Sul fronte dei singoli paese, gli Stati Uniti hanno proseguito la loro avanzata dopo la crisi finanziaria, favoriti da solide condizioni di mercato. Il paese ha contribuito con 8,5 mila miliardi di dollari alla crescita della ricchezza mondiale: una quota che equivale alla metà della ricchezza generata a livello globale nei 12 mesi a metà 2017.

La Svizzera nel 2017 si conferma leader globale in termini di ricchezza media e ricchezza mediana per adulto.

Hai dimenticato la password?