Corea del Sud: Il ritorno di Pyongyang

21 dicembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Per la prima volta dopo la crisi nucleare del 9 ottobre scorso, i funzionari governativi della Corea del Nord fanno ritorno nella zona economica speciale di Kaesong, l’area industriale al confine tra le due Coree dove collaborano aziende e lavoratori di entrambi i Paesi. Lo riferisce ieri a Seul l’agenzia Yonhap, riportando le dichiarazioni di un funzionario ministeriale sudcoreano. La mossa di Pyongyang, che in estate ritira unilateralmente la propria delegazione da Kaesong, è decisa nella strategia di ritorsione nei confronti di Seul, dopo che quest’ultima rifiuta di fornire ulteriori aiuti al Nord in seguito al lancio missilistico del 5 luglio scorso. Progetto pilota della collaborazione industriale intercoreana, la zona economica speciale di Kaesong sorge in Corea del Nord a ridosso della zona smilitarizzata con il Sud. Un consorzio industriale sudcoreano diretto dalla Hyundai vi allestisce circa quindici fabbriche, in cui lavorano oltre 10mila nordcoreani.

Hai dimenticato la password?